Babbo-Natale-e-Babba-Natale-Sexy

Caro Babbo Natale…

Caro Babbo Natale,
il 2012 di noi Milanisti è stato veramente un anno di merda, ma tu questo già lo sai benissimo.

Babbo-Natale-e-Babba-Natale-Sexy
Quale Babbo Natale preferite?

Abbiamo dovuto ingoiare così tanti bocconi amari che ormai ci abbiamo fatto la bocca: 3 sconfitte nei 3 derby giocati; la vergognosa pantomima nella trattativa per il cambio Pato-Tevez bloccato da Berlusconi (mai una volta che si faccia i cazzi suoi questo qui…); il gol fantasma di Muntari in Milan-Juve; l’eliminazione dalla CL ad opera del Barça; lo scudetto perso malamente a vantaggio proprio degli odiati juventini; le cessioni di Ibra e Thiago e le relative prese per il culo della società che le hanno precedute; il mancato rafforzamento della squadra in estate; i deliri del (non)presidente Berlusconi e del (non)amministratore delegato Galliani; l’avvio di campionato  con  sconfitte a ripetizione; le involuzioni di presunti campioni come Boateng e Nocerino; le perpetue papere di Abbiati ed Amelia; la fascia di capitano che fu di Baresi e Maldini indegnamente appesa al braccio di Bonera;  i capricci di Pato e Robinho. E qui mi fermo, prima che mi venga un’ulcera.

Molti pensano che peggio di così non possa andare, ma io – che sono fatalista – so benissimo che le cose fanno sempre in tempo a peggiorare, e poi a peggiorare ancora di più. Per cui ti scrivo questa letterina, sperando che tu trovi il tempo di leggerla e di esaudire i pochi desideri che ho.

Innanzitutto impedisci a Berlusconi e Galliani di creare ulteriori danni magari cedendo El Shaarawi, rinnovando ad Abbiati e Bonera o richiamando Seedorf e Gattuso. Se ci riesci, fagli anche capire che sono entrambi talmente vecchi da poter andare in pensione anche per la Fornero e che farebbero la gioia di tutti i tifosi rossoneri se lasciassero l’incarico di  guidare il Milan a chi ha voglia, capacità ed entusiasmo.

Sarebbe poi bellissimo se – solo durante le partite di del Milan – Bergomi e Caressa fossero colti da afonia totale e non potessero più parlare durante le telecronache. Come ben sai sono due gufi rompipalle e sono stufo di dover sempre togliere l’audio al televisore anche perchè, vista l’infima qualità del gioco dei rossoneri, il rischio di addormentarsi è sempre dietro l’angolo. Ah, esagero se ti chiedo ti estendere questi attacchi di afonia pure a Massimo Mauro?

Poi ci sarebbe la questione mercato: non pretendo Iniesta o De Rossi, ma avere un centrocampista in grado di effettuare precisamente passaggi più lunghi di 5 metri mi sembra necessario per giocare partite dignitose. Scegli tu il nome, non mi importa, basta che non sia brasiliano, che non abbia pettinature tamarre e che non abbia la tendenza a fidanzarsi con starlette dalle gambe lunghe. Non mi farebbe schifo nemmeno un difensorino… ma non voglio fare il difficile quindi mica deve essere per forza come Baresi, mi andrebbe bene pure se fosse come Filippo Galli. Per gli attaccanti non ti chiedo niente, se non di preservare in rosa e in salute il piccolo Faraoncino El Shaarawi (che Amon-RA Lo protegga…).

Parrucchino Antonio Conte
Il parrucchino di Antonio Conte

Infine ti sottopongo un ultimo e piccolissimo desiderio e spero che dall’alto della tua immensa bontà tu possa esaudirlo. Il prossimo 9 gennaio giocheremo a Torino contro la Juve ed ovviamente i favori del pronostico saranno tutti per i bianconeri. So che per i miracoli non devo scrivere a te, quindi non ti chiedo di farci vincere, perchè io mi accontenterei di molto meno. Infatti, sarebbe bellissimo se durante la partita, tu facessi alzare un piccolo vortice di vento sopra la panchina della Juventus, staccando il parrucchino di Conte per poi farlo roteare in aria per tutto lo stadio… Ecco, questo sarebbe un piccolo passo per l’uomo, ma un grande passo per tutta l’umanità.

Ora ti saluto, Babbo Natale. So che sei buono, magari sei pure milanista, quindi spero proprio che tu possa esaudire tutti i miei piccoli desideri.

Gianni

 

Annunci

4 pensieri su “Caro Babbo Natale…

  1. Quando allenava il Cagliari Allegri mi piaceva da matti, in tutti i sensi. Come persona era il classico toscanaccio, con la battuta pronta e il sorriso sulle labbra, una ventata d’ aria fresca in un mondo pieno di facce tese e stressate, quando non sono nere come il carbone. Come allenatore, apprezzavo il fatto che riuscisse a far giocar bene la sua squadra sempre e comunque, nonostante fosse numericamente ristretta e qualitativamente non eccelsa.
    Da quando allena il Milan non lo posso vedere. Nei primi 2 anni aveva accantonato in malo modo giocatori che avevano ancora tanto da dare, e che, per il contributo offerto negli anni precedenti, avrebbero meritato ben altro trattamento (mi riferisco soprattutto ad Inzaghi). Tuttavia, pur comportandosi male sotto il profilo umano, non aveva compiuto particolari danni sotto il profilo tecnico.
    Quest’ anno invece ha cominciato a far disastri anche sotto quell’ aspetto. Ad esempio, io sono un accanito sostenitore del turn over (soprattutto per le squadre impegnate in Europa), ma credo che in determinati reparti, come quello dei centrali di difesa, la squadra debba avere dei punti fermi, altrimenti va in confusione. Di conseguenza, se alterni di continuo CINQUE centrali di difesa, é chiaro che i meccanismi di quel reparto saltano, e un attacco come quello della Roma ci affonda come il coltello nel burro.
    Un altro disastro é stata la gestione di Bojan. A Palermo l’ ex Barcellona entra e raddrizza la partita praticamente da solo: le partite successive dimostrano che non era un fuoco di paglia, anzi il folletto catalano, avendo fantasia, dinamismo e vivacità, é forse l’ elemento più imprevedibile dell’ attacco rossonero. I suoi concorrenti sono uno in crisi d’ identità (Boateng) e l’ altro con la valigia in mano (Robinho), quindi un bravo allenatore non ci pensa due volte, e comincia a schierare Bojan titolare fisso. E invece Allegri cosa fa? Ripunta su Boateng e Robinho! Con la Roma Bojan ha di nuovo dimostrato il suo valore: voglio vedere se anche stavolta Allegri ricadrà nell’ errore di schiaffarlo in panchina.
    Ho sempre apprezzato il fatto che la società milanista non si lasciasse andare a decisioni di pancia, evitando di esonare i propri allenatori sull’ onda di un risultato negativo o di una prestazione scialba. Tuttavia, a mio giudizio in questo caso bisognava fare un’ eccezione: Allegri andava esonerato. E non dopo la gara con la Roma, ma dopo quella con la Fiorentina, perché già lì era evidente il totale stato di confusione sia dell’ allenatore che, di conseguenza, della squadra.
    Mi si potrebbe dire: facile gettare la croce addosso ad Allegri, ma ti stai scordando che la squadra non ha più Thiago Silva e Ibrahimovic. Io rispondo a quest’ obiezione dicendo che il Milan é senz’ altro più debole, ma se l’ allenatore avesse dato stabilità alla difesa e scelto gli uomini giusti negli altri reparti, il Milan avrebbe fatto molti più punti. Infatti la Lazio, in questo momento seconda solo alla Juve, vi sembra tanto più forte dell’ attuale Milan?

  2. Allegri andava esonerato, imho, lo scorso maggio, perchè aveva perso uno scudetto praticamente vinto pur avendo la rosa più forte. Quest’anno ha commesso molti errori, è vero, ma è stato poco supportato dalla società sia in sede di mercato che a livello mediatico.
    Ben venga un nuovo allenatore, dunque, ma anche una nuova dirigenza (più vogliosa e intraprendente) e qualche nuovo giocatore.

    1. Hai ragione: un nuovo allenatore potrebbe portare qualche punto in più, ma per un vero ritorno ai vertici serve un cambio più esteso e radicale.
      Per quanto riguarda l’ esonero di Allegri, sono convinto che sia stato preso in considerazione in tutte e 3 le circostanze che abbiamo citato (fine stagione, post – Fiorentina e post – Roma), e che in tutti e 3 i casi i dirigenti si siano resi conto che i pochi sostituti credibili erano occupati o aspettavano una panchina più prestigiosa.
      La mancanza di ricambi accettabili per gli allenatori é un problema generalizzato: basti pensare che il Chelsea ha dovuto ripescare Benitez, reduce da un settimo posto con il Liverpool, un esonero con l’ Inter e un anno di inattività.
      E poi, al di là dei dati che ho citato, é proprio la persona Benitez che sembra aver perso la brocca: basta leggere le sue dichiarazioni degli ultimi anni, come quella per cui Ferguson ha vinto quel che ha vinto solo perché aveva i soldi. Un’ affermazione non solo ridicola, ma anche scarsamente rispettosa di un tecnico che vinceva quando Benitez era ancora un ragazzino.
      Per quanto riguarda lo scudetto dello scorso anno, durante la stagione lessi un articolo in cui si spiegava che la Juve era come uno studente da 7 che prende sempre 9, e il Milan uno studente da 9 che prendeva sempre 7. Com’ era possibile? Semplice: la Juve era inferiore come potenzialità, ma, non vincendo da 6 anni, aveva una grinta e una fame che il Milan, fresco vincitore di scudetto e Supercoppa, non poteva eguagliare. Sono convinto che allora fu soprattutto questo il fattore decisivo: se Allegri ebbe una colpa, fu appunto quella di non riuscire a infondere nei suoi giocatori le stesse motivazioni che aveva la Juve, ma si tratta di un peccato veniale in confronto a quello che sta combinando quest’ anno. Grazie per la risposta.

      1. Ottima analisi, concordo su tutto tranne che su un punto: per me Allegri ha fatto più danni la scorsa primavera che ora: allora allenando bene la squadra potevamo vincere lo scudo, ora anche con una guida più illuminata potremmo passare al max dal settimo al quinto posto (Juve-Inter-Napoli-Lazio ci sono cmq superiori, imho).
        (ovviamente la mia riflessione si basa più sui risultati possibili che non sulle effettive responsabilità tecniche)
        PS: sono io che ringrazio te per gli ottimi contributi che hai condiviso nel mio piccolo blog!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...