man of steel l'uomo d'acciaio

L’uomo d’acciaio – trailer ufficiale

man of steel l'uomo d'acciaio

Da pochi giorni è uscito il terzo trailer dell’attesissimo film diretto da Zack Snider e prodotto da Christopher Nolan: L’uocmo d’acciaio (Man Of Steel il titolo in inglese). Questa versione – più lunga delle precedenti – mostra alcune sequenza nuove e inizia a svelare alcuni di quelli che potrebbero essere i pilastri del film: l’emarginazione di Clark Kent e  il suo desiderio di essere semplicemente un ragazzo normale, l’affetto dei genitori (sia quelli biologici che quelli adottivi sulla Terra), la lotta con lo storico nemico, il generale responsabile della distruzione di Krypton: Zod.

Insomma, la curiosità cresce sempre più… e per fortuna sono rimaste solo poche settimane perchè esca nelle sale di tutte il mondo.

Annunci

8 pensieri su “L’uomo d’acciaio – trailer ufficiale

    1. Pecche sei così caustico con Snider? 300 nel sei genere é un buon film e se addirittura Nolan l’ha scelto per dirigere questo nuovo Superman non credo sua un caso….

      1. 300 è un buon film quando avevo 16anni.
        In realtà sono i tipici film reazionari americani, dove gli spartani, o l’uomo d’acciaio di un altro pianeta, sono la rappresentazione dello spirito nazionalista e retorico americano. Poi oh sono gusti eh..ma il bambino che si mette la mantella rossa a rallentatore, e poi le mega esplosioni a tutta velocità non fanno per me.
        Nolan penso abbia semplicemente passato il progetto, e messo la scritta “prodotto dal regista di batman” in modo da farci i miliardi sopra, che sicuramente farà, facendomi così capire ancora una volta che non ci capisco un cazzo..

      2. In realtà ho sempre dato un’accezione diversa all’universo superoistico americano: non tanto espressione della grandeur USA bensì un mondo mitologico dove confluiscono le paure più recondite per poi essere “purificate” e risputate fuori in forma di speranza, buone intenzioni e amore per il proprio paese.
        Ti confesso che faccio proprio fatica a considerare superman, batman o similari come eroi reazionari (da quanto tempo non sentivo sta parola!!!)
        CMQ grazie per il tuo contributo!!!!!

  1. Come avevi previsto, si é deciso di dare una sfumatura dark a questa nuova versione di Superman: infatti in molte parti di questo trailer Clark é accigliato, arrabbiato, coi denti grignanti, con la barba sfatta, triste o mostra comunque un’ altra delle espressioni facciali tipiche dei personaggi dark.
    Anche il suo costume é di un blu quasi nero, siamo lontani dall’ azzurro cielo di Christopher Reeve.
    L’ apice della caratterizzazione dark di Superman si raggiunge comunque nel passaggio in cui lo si vede in manette: lì ho avuto la prova definitiva che hanno trasformato anche lui in un antieroe ambiguo e controverso.
    Leggo ogni mese i fumetti DC, ma devo confessarti che Superman l’ ho perso di vista da quasi 20 anni. Dagli anni 90 ad oggi i supereroi che ho seguito con più regolarità sono Batman e Freccia Verde, e per coincidenza sono anche quelli su cui la DC ha puntato di più ultimamente: a Batman ha dedicato 3 film, a Freccia Verde una serie televisiva.
    La serie Arrow, però, ho smesso di seguirla già al secondo episodio, perché era troppo inverosimile. Ad esempio, nel primo episodio Freccia Verde si scontra con una passante e, indovina un po’, quella passante é proprio la sua ex fidanzata! Che coincidenza! Solo nei primi 2 episodi ho contato circa 10 “incontri casuali” come quello che ti ho appena descritto, e penso che siano decisamente troppi. Peccato, perché per altri aspetti (atmosfera da film noir, tante scene d’ azione, un buon cast di comprimari) la serie avrebbe del potenziale.

    1. Ciao wwayne,
      le tue considerazioni sul nuovo superman dark sono ovviamente da me condivise. Credo che questa sfumatura tutta nuova possa far bene al personaggio: ormai giunti al XXI secolo si fa fatica a concepire personaggi puri e perfetti, il pubblico ha bisogno di caratterizzazioni più verosimili, di difetti comuni e problimi condivisibili coi quali confrontarsi e immedesimarsi.
      Di Clark Kent io – tra le altre cose, ho sempre adorato un aspetto sempre poco affrontato nei film precedenti: il fatto che la sua diversità lo rendesse sostanzialmente solo, senza la possibilità di avere un amico con cui parlare e confidarsi, una ragazza da amare. In più è un orfano, non dimentichiamolo mai. Ho adorato sempre Smallville proprio perchè è stata la prima vera caratterizzazione di superman ad affrontare questi temi e spero proprio che qui siano stati approfonditi con quel tocco magistrale che Nolan (produttore e sceneggiatore) può sicuramente dare.

      Faccio una piccola chiosa sulla serie Tv Arrow: a differenza di te, l’ho trovata molto ben fatta e ti confesso che delle 3 serie seguite in questo avvio di 2013 è per la migliore: Homeland 2 è stata una grossa delusione lontana anni luce dai vertici di bellezza toccati dalla prima serie; la tanto pompata The Following è diventata pian piano sempre più inverosimile e sta rompendo quel filo sottile di credibilità che ogni opera deve mantenere con lo spettatore; Arrow, invece, rimane fedele alle sue premesse e pur mantenendo un taglio molto giovanile (non dimentichiamo che CW è una rete per teenager) non mi ha deluso ma anzi intrigato. Forse anche perchè non ho mai letto il fumetto e quindi perdo molte sfumature che chi conosce bene il personaggio di Oliver Queen invece intercetta subito.

      Ciao e, come al solito, grazie per i tuoi brillanti contributi!!!

      1. Ho guardato la pagina Wikipedia di Homeland: non mi stupisce che sia peggiorata con il tempo, perché ha uno spunto di trama che non può essere prolungato all’ infinito.
        Una poliziotta cerca di incastrare un militare della cui colpevolezza é assolutamente certa: su dei presupposti come questi puoi costruire un film di 2 ore, una serie TV di qualche puntata, ma non di più, perché dopo un po’ la gente vuole che la situazione si sblocchi, non che l’ inseguimento vada avanti all’ infinito come Beep Beep e Willy il Coyote.
        Un altro esempio di serie destinata fin dall’ inizio a non durare per sempre é proprio il teen drama tipo Beverly Hills 90210 che a me piace tanto. Una serie di quel tipo é carina finché i personaggi sono giovani, vanno a scuola e non devono affrontare il famoso “passaggio all’ età adulta”: quando invece crescono e cominciano a comportarsi da uomini, a quel punto perdono esattamente ciò che il pubblico adorava di loro, ovvero la spensieratezza e la gioia di vivere tipica di chi ha solo 15 – 20 anni.
        Sono invece prolungabili all’ infinito le serie dove l’ attenzione non é focalizzata sui personaggi, ma su ciò che succede intorno a loro. Ad esempio, in Law & Order la cosa più importante é l’ indagine, i detectives che la conducono sono soltanto un mezzo per arrivare a sbrogliare la matassa: questo ha fatto sì che, anche quando ci sono stati dei ricambi nel cast, la serie sia potuta andare avanti senza scossoni.
        Quando posso guardo Law & Order su Class tv (canale 27 del digitale terrestre): c’é un episodio alle 13,15 e 2 episodi dalle 17,50 in poi. Il fine settimana mi pare che ci sia un episodio alle 10 e uno dopo le 19. Se hai questo canale, dagli una chance: sono certo che non te ne pentirai. : )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...