No vi prego… Seedorf no!

Io odio Seedorf. Lo sanno pure i sassi. Non è un mistero che il giorno del suo addio al Milan stappai una bottiglia di champagne millesimato pagata una fortuna. D’altronde, con tutte le bestemmie che mi ha fatto urlare quando giocava, ho scalato minimo 3 gironi infernali: anche la mia dannazione eterna è una sua diretta responsabilità!

Eppure non è per questo che lo ritengo inadatto alla panchina del Milan.

SeedorfL’odio nei suoi confronti non mi impedisce di riconoscere che Seedorf abbia tutte le qualità per diventare un grande allenatore: esperienza, competenze tecniche, ambizione, intelligenza, spirito d’iniziativa, mentalità vincente, carisma. L’unico problema è che Seedorf non ha mai allenato. Il ruolo dell’allenatore è molto delicato e per ricoprirlo al meglio in un grande club come il Milan è indispensabile aver maturato un minimo di esperienza, magari anche un po’ di gavetta. Pensate a Lippi, Ancelotti, Mourinho, Sacchi, Ferguson, Klopp.

Eh, ma c’è stato pure Guardiola, direte voi.

Certo, vi risponderei. E aggiungerei: c’è stato pure Capello. Ma sia l’italiano che lo spagnolo occuparono la panchina di una squadra già vincente, con un gruppo di giocatori compatto, con una identità di gioco ben precisa, con una società solida alle spalle. Capello ereditò il Milan di Sacchi, probabilmente la miglior squadra di sempre. Guardiola invece prese il testimone da Rijkaard che, in molti lo dimenticano, aveva vinto 2 campionati e una Champions League.

Quando una squadra da ricostruire viene affidata ad un esordiente i risultati variano dal pessimo al disastroso: ricordate Ferrara alla Juve? O più recentemente Stramaccioni all’Inter e Luis Enrique alla Roma? Anche all’estero la regola sembra essere la stessa. Pensate a Villas Boas: dopo una stagione nell’isola felice di Oporto ha collezionato solo figuracce, prima al Chelsea e poi al Tottenham.

Quello del prossimo anno sarà un anno 0 per il Milan, un anno di rifondazione totale: nuova dirigenza, nuovi giocatori, nuovo staff, nuovo allenatore. Avere un punto fermo attorno al quale far ruotare armonicamente tutto il rinnovamento è per me fondamentale. La mia scelta sarebbe quindi caduta su una figura molto diversa: esperta, con le spalle larghe, equilibrata e ovviamente competente; un allenatore in grado di sopportare pesanti pressioni, capace di non lasciarsi travolgere dalle prime avversità e di non cedere a facili entusiasmi dopo le prime vittorie. Il primo nome della lista sarebbe stato Prandelli, i nomi di riserva Lippi e Hiddink.

Il Milan – più precisamente Berlusconi – ha invece scelto Seedorf: sarà lui il prossimo allenatore del Milan, già da giovedì prossimo. Sono convinto che questa scelta sia un salto nel buio che l’attuale disastrato Milan non può proprio permettersi; è l’ennesima scommessa del Presidente, un’altra incognita che si somma alle tante già presenti in squadra. Mi resta solo una magra consolazione: essendo una scelta diretta di Berlusconi è probabile che qualche investimento sul mercato verrà fatto. Ma eventuali futuri campioni serviranno a poco se non saranno inseriti in un contesto dalle fondamenta solide.

Alla fine chi trae maggiore vantaggio da tutto ciò è proprio Seedorf. In fondo lui ha poco da perdere: anche se facesse male, avrebbe tutto il tempo di rifarsi e dimostrare il suo valore. E poi, vuoi mettere tra fare la gavetta al AZ Alkmaar o all’Heerenveen e farla al Milan?

Ecco, pensare che il mio amato Milan sarà nuovamente in ostaggio dello smisurato ego di Clarence Culonio Seedorf mi fa ribollire il sangue nelle vene.

Mi sa che la scalata del quarto girone infernale comincerà molto presto…

Seedorf

Annunci

4 pensieri su “No vi prego… Seedorf no!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...