L’apprendista allenatore

La figura di merda rimediata sabato sera al San Paolo di Napoli è di proporzioni mastodontiche. Io, che la serata sarebbe stata sciagurata, l’avevo capito fin da quando la telecamera ha inquadrato Mexes con la fascia da capitano. Eppure devo riconoscere che raramente ho visto il Milan giocare così male, concedere così tanto all’avversario, essere altrettanto incapace di opporre una benché minima resistenza. Il Napoli ci ha preso a pallonate per 90 minuti senza che i giocatori in campo e l’allenatore in panchina fossero in grado di arginare in qualche modo la grandinata di occasioni da gol create dai partenopei.

Seedorf Apprendista AllenatoreBenchè siano diventate tristemente familiari, non riesco ad abituarmi a certe scene rivoltanti: Robinho che vaga senza logica per il campo, Mexes che si perde  il centravanti, Emanuelson che cambia ruolo tre volte ma fa cagare sempre, Abate che non sa crossare, Abbiati che non esce, Balotelli che stramazza al suolo ad ogni minimo refolo di vento. D’altronde se un giocatore è una pippa resterà tale anche se ad allenarlo è Guardiola, figuriamoci se invece in panchina siede uno che è diventato allenatore da meno di un mese. .

Non si può mettere in croce Seedorf per questa brutta partita o per le altre che verranno: anche se lo odio riconosco che sarebbe ingiusto nei suoi confronti. In fondo deve imparare il mestiere e per farlo deve per forza passare per qualche errore. Ciò che trovo aberrante è che il nostro Presidente Onorario ha pensato bene di mettere in panchina un neofita assoluto, uno che prima di decidere se accettare o meno l’incarico ha dovuto scegliere se continuare a giocare oppure no, un apprendista allenatore che sta prendendo il patentino con un corso online. Il praticantato si fa al Vitesse, al Catania o all’Everton, non nel club più titolato al mondo. 

Ormai siamo caduti in un vortice di assurdità tale per cui questo può addirittura sembrare normale, ma io non riesco ad abituarmi a tutto ciò: a giocatori scarsi, a partite orrende, a scelte societarie folli, ad allenatori inventati e/o incompetenti, a mercati a 0 (zero) euri.

Perché quel che più mi fa rabbia non è vedere un Milan mediocre, ma è vedere un Milan senza dignità.

Annunci

6 pensieri su “L’apprendista allenatore

  1. Del tuo post mi ha colpito in particolare questa frase: “Il praticantato si fa al Vitesse, al Catania o all’Everton.” Pensa che io sarei ancora più severo: il praticantato si fa al Sud Tirol (come ha fatto Stroppa), alla Pergolettese (dove allena il nostro ex Firicano) o al Gavorrano (dove allenava un altro ex viola, Renato Buso)…

    1. Di sicuro non si fa in una squadra di serie A, che per giunta gioca la UCL.
      Ma tant’è. B&G pur di non prendere un allenatore normale e che in quanto tale chiederebbe giocatori normali (non paracarri 0 o scarti di altre squadre) farebbero allenatore pure il paninaro fuori San Siro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...