Pillole di Grillology

Armatomi di coraggio, sono andato sul Blog di Belle Grillo per leggere i commenti alla diretta streaming con Matteo Renzi.

Li ho letti tutti.

E’ stata dura ma ce l’ho fatta.

Lo sconcerto mi ha assalito già al primo. E una volta giunto alla fine mi sono reso conto che a spaventarmi di più non è Grillo e i suoi modi dittatoriali imbellettatti con le votazionionline. No, a spaventarmi sul serio è il codazzo di grillodroni che gli vanno dietro: volgarità, violenza e, soprattutto, tanta tanta ignoranza.

Ecco un estratto di alcuni commenti. Taluni fanno ridere, tal altri fanno venire la pelle d’oca. Tutti sconcertano.

Buona lettura e, soprattutto, in bocca al lupo!!!!

http://www.beppegrillo.it/2014/02/diretta_streami_3.html

Grazie Signor Grillo sei un ottimo maestro, imparo sempre ascoltandoti
gian solo, genova 20.02.14 08:02|

Renzie se avesse avuto carattere avrebbe preso parola e zittito Beppe,come dovrebbe fare un vero leader di Stato. Adesso avete capito chi ha gli attributi per cambiare il paese.
simone stellini 19.02.14 17:52|

Se ne sentiranno delle belle in difesa di Renzi e sulla presunta ‘arroganza antidemocratica’ di Beppe. Ma un dato è certo: Beppe era lì in qualità di capo politico di una delle tre forze parlamentari espresse dal voto elettorale, che piaccia o no, ed è solo per volontà superiori al popolo sovrano che Re Giorgio ha peggiorato la già illegale legge elettorale con il premio porcata e l’incarico al nipote dello zio. Lo aveva già fatto prima con Monti ed ora lo ripete con Renzi. Ma né Renzi, né Letta, né Monti sarebbero stati proponibili in un paese democratico e costituzionale. Giustamente Beppe, come avrebbe fatto qualunque cittadino, gli ha ricordato che non c’è nulla da ascoltare da chi non ascolta la costituzione. Ed è stato veramente un signore nello stringergli la mano a fine teatrino; un comune cittadino, quello si, gli avrebbe dato una sonora zampata sui coglioni. Non si può esser democratici né pacifisti con chi costringe un paese alla morte.
massimo maggi, Orvieto 19.02.14 17:52|

Grazie Beppe. Grazie di cuore.
Antonio F. 19.02.14 17:51|

Qualcuno accusa Grillo di essere “non democratico” per non aver fatto finire di parlare Renzi. Ma stiamo scherzando? Se uno mi sta truffando, insultando per giunta la mia intelligenza con balle infantili, perché io dovrei starlo a sentire?
Emanuele Sabetta, Roma 19.02.14 17:50|

DITELO A TUTTI I BUONI SIAMO NOI
alberto martini, noale 19.02.14 17:50|

Buonasera blog. Beppe sono con tè.Beppe, Casaleggio ,tutti noi non molliamo!
Monica L., RM  19.02.14 17:49|

Grillo è il più grande politico dai tempi dell’Italia unita.
Mirco Raiti 19.02.14 17:49|

GRILLO OGGI HA INSEGNATO AGLI ITALIANI CHE COSA E’ LA DIGNITA’.
Emanuele Sabetta, Roma 19.02.14 17:47|

come fà uno come renzi a capire che quel”non sono democratico”è qualcosa di simile al”sò di non sapere”di socrate?
vito asaro 19.02.14 17:47|

bravo Beppe, ho avuto la pelle d’oca!!!!!!!! ^_^
Lalla M., Arezzo 19.02.14 17:46|

noi siamo grillini e lo saremo per sempre
Ilmionomee´ . 19.02.14 17:46|

La cosa bella e che sull´unita´dicono che noi non approviamo il modo come hai agito…ma come al solito mentono e lo fanno spudoratamente…il blog approva ed anch´io lo avrei mandato a quel paese…
Ilmionomee´ . 19.02.14 17:31|

Madonna mia mi sono arrizzato, lo hai distrutto in diretta tv, non sapeva nemmeno cosa cazzo risponderti, lo hai steso, così si fa.
Francesco Parente 19.02.14 17:26|

anche se siete arrivati a pipi ritto e avete fatto una sveltina ,forse se lo facevate parlare il marpione avrebbe fatto i soliti voli pindarici,meglio tarpargli le ali subito.
giacomo sonnati, firenze 19.02.14 17:16|

Sono incazzatissimo con Beppe, neanche uno sberlone gli ha dato al pirlone
Moreno Ruozzi, Reggio Emilia 19.02.14 17:13|

Potrebbe essere vero che questa sera un gruppettino di simpatizzanti poco convinti stia pensando di non votare più M5S. Questo e’ un bene, evidentemente ancora non hanno sviluppato gli anticorpi che li rafforzano per combattere il marciume. E’ finita l’era del perbenismo, l’Italia e’ sull’orlo del baratro.
Rosario M., Acireale 19.02.14 17:07|

Caro Beppe sei stato fin troppo moderato e democratico.Renzie non aveva, purtroppo per noi italiani, niente da ribattere. Siamo in dittatura
Gabriella T. 19.02.14 16:54|

Gia’ come comico,GRILLO al pari del grande Walter WALTER CHIARI,ha dimostrato non solo INTELLIGENZA e e TALENTO bensi’ la capacita’ di APRIRE NUOVE STRADE (che sono state copiate spudoratamente). Nella storia sociale e politica italiana Grillo e’ l’unico portavoce del malessere diffuso (tutti gli altri -opportunisticamente- usano l’argomento per i soliti fini….Ricordiamo pure Renzino,quando 2 anni fa,se non sbaglio,organizzo’ una manifestazione a Firenze del PD alternativo al PD romano …”Perche’ quelli pensano solo alla potrona…!! “i suoi amiconi
Roberto Andolina (“aglio”), Norimberga (Deutschland) 19.02.14 16:46|

grillo le consultazioni valle a fare con putin. non c’è un’altra strada. l’unica via per sganciarsi dagli euromondialisti è la russia. se casca l’ucraina quelli del club privé passeranno alla russia. a quel punto se la tigre siberiana è ancora sveglia sarà la guerra.
arsit a. 19.02.14 16:42|

dato per scontato che Beppe ha ragione…
mosè caboni 19.02.14 16:40|

Grazie Beppe per la grandissima prova di autoreferenzialità di oggi! Adesso abbiamo finalmente mostrato a tutti cosa è il movimento e quanto di concreto possiamo fare per l’Italia.
luca88 19.02.14 16:31|

E INFINE IL POETA CANTAUTORE!!!!

Fratelli grillini
l’Italia s’è desta
della rivoluzione di Grillo
s’è cinta la testa.
D’ovè la vittoria?
Le porga la chioma
siam schiavi di Roma
Grillo ci liberò.
Stringiamoci forte
siam pronti alla morte
la rivoluzione chiamò.
Noi siamo da secoli
calpestati, derisi
perché non siam liberi
perché siam divisi.
Raccolgaci un’unica
rivoluzione, una speme
di combattere insieme
già l’ora suonò.
Stringiamoci forte
siam pronti alla morte
la rivoluzione chiamò.
Uniamoci,ascoltiamoci,
l’Europa corrotta
rivela al popolo
la via della lotta;
Giuriamo far libero
Il suolo natio
uniti con Grillo
chi vincer ci può?
Stringiamoci forte
siam pronti alla morte
la rivoluzione chiamò.

Dall’Alpi alla Sicilia
dovunque è Legnano
ogn’uomo di Grillo
ha il core, ha la mano,
i rivoluzionari d’Italia
si chiaman grillini
fuori gli aguzzini
la battaglia infuriò.
Stringiamoci forte
siam pronti alla morte
la rivoluzione chiamò.

Son “fiori” che piegano
le spade vendute
già Strasburgo e Berlino
le penne han perdute.
Il sangue rivoluzionario
Il sangue grillino
non sia speso in vano
l’Italia liberò.
Stringiamoci forte
siam pronti alla morte
la rivoluzione chiamò.

fra Dolcino

giorgio 19.02.14 16:18|

Annunci

14 pensieri su “Pillole di Grillology

  1. Posso fare l’antidemocratica anch’io e affermare che mi rifiuto di vivere in uno Stato dove certa gente ha i miei stessi diritti civili?!
    A parte la grammatica e la sintassi italiana ripetutamente violentate come se sta gente non avesse frequentato neanche la prima elementare!

    1. Io vado oltre: ormai sono sempre più convinto che la democrazia come è vissuta oggi non funziona più.
      Una oligarchia illuminata sul modello dell’Atene di Pericle sarebbe senz’altro un sistema politico più efficiente.
      GRAZIE PER IL COMMENTO e RICORDA CHE TANTOVINCIAMONOIEVOINONCAPITEUNCAXXO!!!!!!!!!!!!! 😀

      1. Il problema è che nell’Atene di Pericle chi si dedicava alla politica percepiva solo un obolo per il suo impegno…non so se i politici odierni sarebbero d’accordo!

  2. Dopo aver letto il tuo post sono andato a vedermi il video integrale dell’ incontro.
    E’ molto semplice sintetizzare com’é andata: Renzi ha tentato di impostare un dialogo politico tradizionale, del tipo “Questo é il nostro programma, adesso te lo spiego”.
    Un dialogo come questo lo puoi fare da Bruno Vespa: se stai parlando con Grillo, invece, é chiaro che lui non accetterà mai di parlare del tuo programma, e preferirà invece deviare la conversazione verso i soliti discorsi demagogici e populisti, del tipo “Tu rappresenti il vecchio, io sono il nuovo”, oppure “Tu minacci la sovranità popolare, io la difendo.” Quest’ ultima frase in particolare é davvero paradossale sentirla in bocca a Grillo, che é senza dubbio il politico più monocratico d’ Italia. O forse dovrei dire diarchico, visto che lui detiene lo scettro e Casaleggio la corona.
    Renzi mi ha fatto tenerezza quando ha detto: “Andiamo con ordine.” Ma che ordine vuoi che ci sia, quando parli con un vulcano in eruzione come Grillo?
    Comunque, il leader del M5S ha ragionissima quando dice che Renzi non é più credibile. Aveva detto “Faccio il tifo per Enrico”, e poi gli ha fatto le scarpe; aveva detto “Mai più larghe intese”, e adesso fa comunella con Alfano; aveva detto “Mai andare al governo senza le elezioni”, e poi é diventato premier senza passare dal voto. Si é bruciato, ha detto un sacco di balle e gli italiani non gliela perdoneranno. Non per le balle in sé (Silvio ne ha dette molte di più e non si é mai bruciato), ma perché gli italiani si erano illusi di avere di fronte una brava persona, e la delusione é stata troppo cocente perché Renzi possa recuperare la loro simpatia. Può darsi che vinca ugualmente alle prossime elezioni per mancanza di concorrenza, ma non sarà una vittoria larga, perché la sua popolarità é crollata.

    1. GRILLO: sta diventando paradossale, oltre che pericoloso. Questo suo porsi al di fuori e al di sopra di tutti mi mette una certa preoccupazione addosso. Storicamente chi ha assunto queste posizioni ha dato poi vita alla dittature più sanguinose che si ricordino. E la lettura dei commenti dei suoi accoliti (solo così posso chiamarli) ha confermato i miei timori: maleducazione, ignoranza, culto del Capo, aggressività, violenza verbale. Se il M5S non sviluppa al più presto una natura più “normalizzata” e “civile” potrà diventare un serio pericolo per la nostra democrazia.

      RENZI: hai ragionissima quando dici che l’ha fatta grossa. In effetti con sta storia del suo governo ha clamorosamente pisciato fuori dal vaso. Tuttavia è un po’ di giorni che ci rimugino sopra: è una cazzata così grossa, ma così grossa, che la potrebbe fare solo uno sprovveduto ed un idiota e Renzi non è nè l’una nè l’altra cosa. Allora perchè ha deciso di esporsi e compromettersi così tanto? Ho sviluppato una mia teoria, forse campata per aria:
      Il governo Letta era ormai logorato ed incapace di fare alcunchè e se lui avesse continuato ad appoggiarlo avrebbe finito col bruciare la sua leadership senza avere effettive responsabilità. Meglio sporcarsi subito le mani, dunque. Ma se avesse fatto cascare il governo per andare subito al voto, tutti avrebbero puntato l’indice contro la sua ambizione mettendolo in difficoltà. Di qui l’idea di formare un nuovo governo tutto suo: lui prpopone ai partiti le riforme che sbandiera da anni, e se gli altri non gliele votano le elezioni diventano inevitabili e lui ci va questa volta da una posizione di netto vantaggio.
      Se invece ha fatto cadere Letta solo per prendergli la poltrona, allora è un coglione peggio di quelli che c’erano prima.

      1. I grillini non si daranno mai una calmata: Grillo ha scelto di cavalcare l’ onda del malcontento popolare, e così facendo ha messo in moto una macchina distruttrice la cui violenza può solo aumentare, come una valanga che più avanza e più si ingigantisce.
        Per quanto riguarda Renzi, purtroppo temo che dietro la sua decisione di scaricare Letta non ci sia un raffinato calcolo politico come quello che hai delineato. A mio giudizio Renzi si é fatto fregare dall’ impazienza e dalla sete di potere. Ha aspettato per mesi che Letta gli facesse la legge elettorale per poter andare al voto: Letta, sapendo che equivaleva a spararsi in bocca, l’ ha tirata per le lunghe e Matteo per impazienza l’ ha scaricato. Insomma, per me é stata una decisione di pancia, non di testa.
        Sicuramente Renzi non pensava che questa mossa gli avrebbe alienato le simpatie dei cittadini, o almeno non in misura così larga. E non é la prima volta che rivela un uomo molto ingenuo e incapace di prevedere le conseguenze delle sue azioni: già in occasione della visita ad Arcore dimostrò di avere questo tallone d’ Achille.
        Sto meditando seriamente di togliergli il mio voto, per una questione di coerenza: non votai Bersani quando fece le scarpe a Renzi, adesso non voto Renzi perché ha fatto le scarpe a Letta. Io voto chi gioca pulito. A presto! : )

      2. Condivido in toto le tue riflessioni su Renzi.
        Tuttavia prima di giudicarlo definitivamente gli dò un mese di tempo.
        Credo che in questi 2 anni si sia guadagnato almeno il beneficio del dubbio: sono scettico che saprà confermarlo, ma a questo punto tante vale aspettare qualche settimana.
        ciaooooo

      3. Vi posso quotare in toto?
        Io di politica capisco poco e seguo anche poco, soprattutto dopo le ultime delusioni. Il nostro paese è in una marea di guai (per essere fine) ma loro se ne fregano altamente, sia da una parte che dall’altra, perché fare ostruzionismo non è un bene al momento.
        Purtroppo l’altro giorno mi sono imbattuta nello streaming di questo incontro. Ecco, io se ero in Renzi, in barba a tutta la democrazia ed educazione, avrei posto fine al colloquio già dal primo sproloquio di Grillo. Anche se, forse, sentirlo sproloquiare può essere stato un bene. Ma non so. Purtroppo qui in Italia si è votato Mussolini, ma soprattutto sostenuto ed ancora malinconicamente ricordato, e Berlusconi dopo anni di assurdità. Non sono molto ottimista riguardo i miei concittadini, e quei commenti che hai postato ne sono una conferma purtroppo.
        Mchan
        Ps: tra l’altro, nel suo monologo, Grillo ha anche detto che Renzi gli avrebbe rubato metà del suo programma, allora perché non cercare almeno di collaborare su quei punti???

      4. Hai evidenziato un aspetto molto importante della cultura popolare italiana: non sa resistere al fascino del leader. I tre che citi (Mussolini-Berlusconi-Grillo) hanno tutti giovato di questa italica debolezza.
        E tutto nasce da un problema radicale della cultura politica italiana: vivere la politica come se fosse una partita di calcio. Noi siamo i buoni, voi i cattivi. Noi abbiamo ragione e voi torto. E l’arbitro è sempre cornuto.
        Ne conseguono governi instabili e fondati sull’opportunismo, istituzioni deboli e farraginose, personaggi che si tramutano da “nuovi” a “loschi” in meno di un secondo.
        Inizialmente speravo che il m5s portasse avanti idee e personaggi nuovi, che sapesse divincolarsi dal gioco di Grillo e Casaleggio, ma purtroppo così non è stato. Anzi, in un anno la situazione è peggiorata.
        Per certi aspetti i Grillini mi ricordano i protagonisti de Il Signore delle Mosche. O, peggio ancora, le vittime del Grande Fratello di Orwell…

        Ciao mchan, e grazie per i tuoi contributi sempre preziosi 🙂

  3. Guarda, la situazione politica italiana è veramente sull’orlo del baratro…se non ci è già finita dentro.
    Grillo, Renzi, Letta, Berlusconi ecc. ecc. nessuno di loro sarà mai capace di fare qualcosa per gli italiani, se non ci sarà un vero accordo a favore del paese.
    La situazione è difficile. Tutti hanno ragione, ma allo stesso tempo, tutti hanno torto.
    Io ho paura di cosa ci aspetterà, di cosa in futuro l’Italia potrà darci. Amo questo paese, e spero di poterci continuare a vivere fino alla fine dei miei giorni…ma la situazione non so fino a quando ce lo permetterà.
    Tutto questo, non lo nego, mi fa veramente paura!

    1. Anche io amo questo paese. Nonostante le disgrazie è pur sempre meraviglioso.
      E anche io, come te, ho profondo timore per il futuro: un tempo avevamo la possibilità di risalire la china, ora c’è rimasta solo la speranza. Cosa succederà quando finirà pure quella?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...