Milan-Parma : 4 pappine come se piovesse

Non era sufficiente perdere, giocare male e inanellare figure di merda in serie. L’ Associazione Calcio Milan è abituata a fare le cose in grande, quindi: 4 pappine come se piovesse.

E’ questa la nuova dimensione dello squadrone rossonero: trovare il modo per farsi fare quattro pappine da chiunque, in casa e in trasferta, in coppa e in campionato. Oddio, l’impresa non è poi tanto ardua se schieri simultaneamente Bonera, Mexes, Emanuelson… vabbè, mi fermo, non mi va di deprimermi ancora di più ricordando tutte le pippe che infangano la gloriosa maglia del Milan.

Di solito quando la propria squadra del cuore incappa in annate così nefaste, il tifoso trova sollievo e rifugio nelle speranze per il futuro: si favoleggia sui futuri acquisti di campionissimi, si immagina l’arrivo in panchina di chissà quale guru, si aspettano le prese di posizione della società per risollevare la baracca e tornare agli antichi splendori. Ma a noi milanisti non ci è concesso nemmeno questo.

Di campionissimi nemmeno a parlarne: fatichiamo per mettere insieme i soldi del riscatto di Constant, figuriamoci se possiamo permetterci un giocatore non dico forte, ma almeno decente. E poi non dimentichiamo che oggi la rosa del Milan vanta oltre 30 giocatori metà dei quali non troverebbero una squadra nemmeno nel campionato tunisino, quindi non c’è proprio posto per nuovi arrivi, salvo svincolare molti tesserati, ma ci vorrebbe una vagonata di soldi. E non abbiamo neanche quelli.

Non possiamo consolarci nemmeno sul fronte allenatore, fantasticando l’arrivo di chissà quale stratega. Il nuovo allenatore già c’è, Clarence Seedorf. Ha perso 7 partite su 12 e qualche riflessione (dubbio???) sul futuro mi pare legittimo farla. Non sarà mica più scarso di quelli che l’hanno preceduto?

Poi c’è la società. C’è… oddio, SI PRESUME che ci sia, perchè ieri proprio non si è vista. La foto qui sotto è emblematica: nè Silvio, nè Barbara, nè Adriano. In compenso c’erano il figlio di Galliani e la Pascale… stiamo messi bene… Che poi la latitanza della società è una cosa che va avanti da tempo, da anni direi, ed alla fine credo sia proprio questa la radice di molti mali rossoneri.

Alla fine è proprio questo il punto: non è la stagione di merda ad abbattere il tifoso, nè la rabbia per le sconfitte in serie. La cosa peggiore è che non ci sono prospettive nè speranze, anzi, il futuro promette di essere peggiore del presente. L’impressione che la società abbia pilotato la contestazione di ieri indirizzando le critiche verso Galliani per spingerlo a dimettersi (e risparmiare così sull’indennizzo) e verso Balotelli per indorare la pillola della sua quasi certa prossima cessione, mi fa pensare che forse faremmo meglio a non lamentarci.

Mi fa pensare che forse il peggio deve ancora venire.

Milan Parma: La tribuna è deserta
La tribuna autorità è deserta durante Milan-Parma
Annunci

6 pensieri su “Milan-Parma : 4 pappine come se piovesse

      1. no no, quello mai!!!!!
        piangere si, rinnegare la fede nè una, nè due, nè tre volte. MAI!!!!
        anche perchè poi, nella fattispecie attuale, il GALLO che canta tre volte sarebbe mooolto pericoloso 😀

    1. ah bè, allora condivido 🙂
      bisogna trovarsi qualche hobby per la domenica pomeriggio… dai su la primavera e la belle giornate giocano a nostro favore!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...