Vicky Cristina Barcelona

Vicky Cristina BarcelonaIo odio Javier Bardem.

Lo voglio vedere penare, soffrire, urlare. Finanche morire.

Sono certo che se nel mondo esistesse una qualche sorta di giustizia, lui sarebbe punito per primo. Sarebbe punito duramente.

Non è possibileche nello stesso film lui si trombi Scarlett JohanssonRebecca Hall e Penélope Cruz. Non è accettabile. Ha infranto almeno 145 leggi universali.

Di più: lo stronzo privilegiato, la Scarlett e la Penelope se le spupazza pure insieme mentre fanno le cosacce lesbo.

INTOLLERABILE!

Voglio almeno sperare che gli puzzi l’alito, che abbia l’alluce valgo, che gli sudino le ascelle. O – volesseilcielo – che ce l’abbia piccolo: tutta questa fortuna sfacciata dovrà pure scontarla in qualche modo!

Vicky Cristina Barcelona Scarlett Johansonn Penelope Cruz
L’infame se la ride, pregustando il threesome…

E già che ci stiamo, riserverei qualche punizione corporale pure a Woody Allen.
La trama di Vicky Cristina Barcelona avrebbe pure qualche spunto narrativo interessante, ma purtroppo il vecchio Woody qui ha realizzato un film incolore: non è torbido e nemmeno drammatico, non fa ridere né piangere. Inoltre l’ha condito con personaggi insipidi e prevedibili: la bella bionda svampita, il pittore spagnolo affascinante, l’algida aristocratica americana, la focosa ex moglie spagnola. Ci mancava solo un maggiordomo colpevole di omicidio e la galleria dei personaggi più banali sarebbe stata completa.

Alla fine l’unico che c’ha guadagnato facendo sto film è proprio Javier Bardem.

Sto stronzo…

Voto: 5

Annunci

21 pensieri su “Vicky Cristina Barcelona

  1. Io il film non l’ho visto, Allen non mi piace, ma mi sono fatta un bel po’ di risate con questa tua recensione. Che poi Bardem la Cruz se l’è pure sposata nella vita reale ed hanno avuto due figli. Non esiste giustizia mi sa. 😛
    Mchan

  2. Dovessi elencare 100 cose che mi piacciono, troveresti le belle donne ai primi posti, Barcellona a metà e Woody Allen poco più sotto. Eppure non ho visto Vicky Cristina Barcelona. Fa parte di quei tanti film usciti al cinema in periodi durante i quali ero troppo impegnato per andarli a vedere. La maggior parte di questi film la ribecco qualche mese dopo su SKY, ma Vicky Cristina Barcelona, forse per i contenuti osé, non é stato programmato abbastanza perché io potessi recuperarlo per questa via.
    A quanto sembra non mi sono perso niente. Tra l’altro non sei il primo a dire che Woody infarcisce di stereotipi i suoi film: anche quando uscì To Rome with love venne accusato di aver ritratto una Roma da cartolina, popolata da personaggi che ricalcavano fedelmente l’idea che gli stranieri hanno degli italiani, senza curarsi di verificare se quest’ idea corrispondesse o meno alla verità.
    A mio giudizio si trattò di critiche esagerate: Woody Allen non voleva girare un documentario sull’ Italia, ma un film di fiction, e quindi non c’era niente di male nel caratterizzare i suoi personaggi in quel modo.
    Peraltro, i personaggi italiani di quel film chi erano? Due sposi che si tradiscono a vicenda, un uomo che diventa famoso per caso e la famiglia di un giovane avvocato. Non vedo nessuno stereotipo sugli italiani in questi personaggi. Se invece ci fossero stati un gelataio, un pizzaiolo e un suonatore di mandolino allora sarei stato d’accordo. Spesso si critica tanto per criticare. Ma forse é colpa mia, che sono uno spettatore poco esigente e quindi riesco a farmi piacere anche gli obbrobri più indifendibili. Se un film non piace nemmeno a me c’é davvero da preoccuparsi. : )

    1. To Rome With Love non è piaciuto nemmeno a me, ma non perchè abbia intravisto ombre di stereotipo nel film, ma perchè la storia in sè è sciatta ed è raccontata pure peggio. Troppe vicende che si intersecano tra loro senza creare alcuna empatia con lo spettatore, è questo il problema di fondo del film.
      In effetti banalità e superficialità sono due difetti comuni ad entrambi i film, di cui per altro è totalmente privo Sogni e delitti, prova che Allen (quando vuole) sa ancora fare bei film.

      1. A mio giudizio Allen rischia di essere superficiale in alcuni suoi film perché ne gira uno all’anno: macinando film con questa velocità, é normale che non abbia tempo di curare tutti i particolari.
        Ecco, ieri sera ho visto un film che invece questa perfezione di tutti i dettagli ce l’aveva. Mi é piaciuto così tanto che stamani ci ho scritto un post: http://wwayne.wordpress.com/2014/05/09/agire-secondo-giustizia/. Se hai SKY Cinema, ti straconsiglio di recuperarlo: mi ringrazierai. : )

      2. Non ho più skycinema da 2 anni: i film li reperisco per “altre vie”, mettiamola così, e i 15€ li spendo in cose più interessanti 😀 e probabilmente farà la stessa fine anche il pacchetto calcio perchè il mio Milan non si merita nemmeno di essere visto in TV. Continerò ad usare SKY solo per l’informazione (ottima) e le serie TV.
        Mi sembra un film vecchietto, spero di riuscire a recuperarlo comunque! Mi metto subito all’opera 😉

  3. Tra l’altro noto solo ora che ho pubblicato a distanza di una settimana due recensioni su film di Woody Allen: cosa questa assolutamente non voluta. Di solito scrivo i post settimane o addirittura mesi prima e poi li pubblico in base all’umore del momento: sogni e delitti l’ho scritto addirittura l’agosto scorso, mentre Vicky Cristina Barcelona risale allo scorso febbraio…
    Coincidenze….

    1. ll difetto di Allen è la troppa quantità di film che spesso compromette la qualità. Alcuni suoi film mi piacciono pure poi però si sbroda con vaccate come questa.

      1. Na, a me proprio non piace il suo modo di fare cinema.
        Tra quelli che ho visto, solo Basta che funzioni ho gradito!

      2. Se non li hai visto già, ti consiglio:
        Match point
        Sogni e delitti (che ho recensito una sett fa)
        Scoop

        Hanno tutti qualcosa di interessante che a me ha colpito pur non essendo un fan di Woody. Poi certo se lui proprio non lo siriaci c’è poco da fare o vedere 🙂

      3. Match Point è l’unico che ho visto e pur essendo un amante dei thriller non mi è piaciuto. Sarà che non amo Scarlett e la sua recitazione…

  4. Ha ha ha, il film meriterà 5, ma la tua recensione merita 10!
    Grazie per le risate e per avermi fatto capire esattamente a quale suplizio mi sottoporrei nello sbavare e non poter toccare …. 😉

  5. Ahah il tuo pensiero su Bardem mi ha fatto morire! Assolutamente d’accordo con te, ma io personalmente ho cominciato ad odiarlo seriamente dopo il recente “The Counselor”, film mediocre da ricordare solo per la “spaccata” che Cameron Diaz gli rifila a bordo della Ferrari gialla!

    1. Ecco vedi, quella scena manco me la ricordavo: sto maledetto si è visto pure da posizione privilegiatissima quella memorabile spaccata smutandata…
      Dio mio che ingiustizia…. CHE INGIUSTIZIA!!!!!!!!
      Ciao Andrea e grazie per il tuo commento!!!! Alla prossima!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...