Parker (ovvero l’elogio della piattitudine)

ParkerImmaginate il piano dove potete dimostrare i teoremi di Euclide o Archimede, quel piano perfettamente liscio e piatto, privo di tutto fuorchè i punti e le linee rette. Ora togliete pure i punti e le linee: cosa vi resta? Un qualcosa di impalpabile di cui conoscete solo un particolare, che è piatto. Perfetto: ora avete una rappresentazione scientifica di Parker, la concretizzazione cinematografica del concetto di piattitudine.

Per rimediare a questo scempio, può poco Jason Statham: di solito ha l’energia sufficiente per riscattare film altrimenti bruttini (penso a Transporter o Crank) ma qui non riesce a fare il miracolo perchè non ha il carisma dei suoi padri spirituali (Bruce Willis, Stallone e Swarzy) e quindi viene risucchiato nel vortice di banalità di tutto il film. Non può fare abbastanza nemmeno il culo di Jennifer Lopez, sempre notevole per carità, ma non più freschissimo come ai tempi di Out Of Sight. Possono ancora meno i camei di Nick Nolte (che fa un vecchio rimbambito) e Michael Chiklis (che fa il cattivo), entrambi clamorosamente fuori parte. Può nulla il tocco del regista Taylor Hackford, che a parte la botta di culo con L’avvocato del Diavolo ha realizzato solo film sciatti o inguardabili.

Insomma, Parker è un polpettone di cui non augererei la visione nemmeno al mio peggior nemico. La trama è risibile, ma nei film d’azione tout court è un particolare su cui si potrebbe tranquillamente sorvolare. A patto che: i personaggi abbiano grande spessore umano ed emotivo, i cattivi sappiano essere un po’ grotteschi e un po’ goliardici, ci sia sempre spazio per un pizzico di velata ironia e le scene d’azione spacchino lo schermo.

In realtà Parker non ha niente di tutto ciò e per di più non spacca lo schermo, ma solo un’altra cosa: lascio a voi immaginare a quale elemento anatomico mi riferisca.

Voto: 3

 

Annunci

6 pensieri su “Parker (ovvero l’elogio della piattitudine)

  1. Condivido tutto ciò che hai detto, parola per parola. Questo è il classico film che cerca di svolgere il compitino: ci sono tutti gli elementi tradizionali degli action movies (guardie e ladri, sparatorie, scazzottate, inseguimenti in auto, bonazza nuda eccetera), ma questi dettagli sono inseriti in un contesto senz’anima, senza passione, senza ironia… senza niente.
    Ieri m’hai elencato le ultime cagate di Jason Statham, e mi dispiace che tu abbia inserito in quella lista Killer Elite. Sappiamo benissimo che sono uno spettatore di bocca buona e che quindi il mio giudizio positivo non fa testo, ma a me è piaciuto. Cosa non ti ha convinto?

    1. Di Killer Elite non mi ha convinto il ritmo, soprattutto. Intendiamoci: rispetto a Parker ci sono 7 oceani di differenza, e merita una sufficienza piena se non addirittura abbondante. Però mi aspettavo di più, sia da Statham che da De Niro. Da Owen invece non mi aspettavo nulla, perchè non mi piace molto come attore. E infine, mi duole dirlo ma non posso farne a meno, non c’azzecca niente nemmeno la belloccia di turno, Yvonne Strafikovsky o come cavolo si scrive.
      In appendice ti ringrazio perchè grazie alla chiacchierata di ieri su Statham mi è venuta l’ispirazione per finire questa recensione che stava appesa da settimane 🙂

      1. Di niente! : ) La belloccia di turno c’entra così poco che mi ero completamente dimenticato della sua presenza nel film.
        Ah, ho in programma di vedere un altro film “Clintiano”, basandomi anche stavolta sulla tua raccomandazione: “Di nuovo in gioco.” Ti farò sapere anche per quest’altro titolo! : )

      2. DI nuovo in gioco è un film carino, prende quota col tempo e poi c’è la tua pupilla Amy Adams (PS: Clint recita solo, il regista è un suo vecchio collaboratore).
        Aspetto un tuo parere anche su questo.

        PS: la biondona di KE l’avrei dimenticata pure se a)non fosse la protagonista della serie TV Chuck; b) non fosse veramente notevolissima 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...