Balotelli

La crocifissione di Balotelli è uno sport cui non mi va di partecipare.

BalotelliA leggere i giornali e sentire i commenti un po’ di tutti, l’Italia è stata eliminata dal mondiale solo o principalmente per colpa di Balotelli. Eppure non è stato lui a perdere la marcatura di Godin sul gol che ci ha condannato bensì BONUCCI; eppure non è stato lui a farsi espellere lasciandoci in 10 bensì MARCHISIO; eppure non è stato lui a commettere un clamoroso fallo da rigore che l’arbitro ha graziato bensì CHIELLINI; eppure non è stato solo lui a deludere con la Costa Rica bensì TUTTA LA SQUADRA.

Balotelli ha giocato male, questo è indubbio, ma non ha più responsabilità di tutti gli altri compagni e sicuramente meno di chi avrebbe dovuto guidare la truppa, ovvero Prandelli. Suonano quindi stonate le dichiarazioni di Buffon e De Rossi e pure quelle del CT, i quali hanno puntato l’indice contro Balotelli: hanno detto cose giuste, su questo non si discute, ma erano cose che andavano pronunciate nell’intimità dello spogliatoio, magari accompagnate da qualche sonoro ceffone. Ma lavando i panni sporchi in pubblico non si guadagna niente e si dà solo l’impressione di voler scaricare sul groppone altrui tutte le colpe, anche le proprie.

Bisogna distinguere il Balotelli calciatore (talentuoso, indolente e probabilmente eterno incompiuto) dal Balotelli personaggio (provocatore, esasperante e strafottente). Balotelli gode di una attenzione mediatica sproporzionata rispetto alle sue gesta sportive, un’attenzione che lui stesso fa di tutto per alimentare: è uno dei calciatori più googlati del pianeta pur non essendo nemmeno tra i 50 più bravi. Ma non si può giudicare quello che Balotelli fa in campo anche sulla base di quello fa quando smette di essere calciatore e indossa jeans e maglietta come tanti suoi coetanei.

Alla fine, il nocciolo della questione è che tutti (da Prandelli in giù) sapevano che l’Italia avrebbe fatto strada nel Mondiale solo se Balotelli avesse tirato fuori dal cilindro numeri e gol da campione, ma quando SuperMario ha disatteso le aspettative create nei suoi confronti, è diventato inevitabilmente il bersaglio di tutti. Balotelli non sarà mai Messi, CR7 o Ibrahimovic e non sarà mai un campione semplicemente perchè, pur dotato di un talento calcistico smisurato, non ha il carattere e l’intelligenza per raggiungere altissimi livelli e mantenerli. Possiamo giustamente rimproverarlo per questo, ma non possiamo fargliene una colpa.

Annunci

17 pensieri su “Balotelli

    1. mi fa piacere di non essere il solo a pensare che si stia semplificando il problema, senza riconoscere gli effettivi problemi di questa nazionale disastrosa 🙂

  1. Massì, troppo facile scagliarsi contro Mario, che poi lui abbia fatto poca roba è un altro discorso…
    Il tuo sembra quasi un attacco contro la Juve… :O

    1. attacco alla juve no… critica agli juventini si…
      Voglio dire, dal punto di vista tecnico hanno fatto poco, spesso male, soprattutto Chiellini e Bonucci responsabili dei gol contro Costarica e Uruguay e sostanzialmente pure Marchisio, reo di averci lasciato in 10 nel finale. Ma soprattutto dal punto di vista carismatico e di gruppo: gettare in pasto alla stampa e ai tifosi Balotelli l’altra sera è comportamento indegno di un capitano della nazionale.
      Ripeto, Buffon ha detto cose giuste, ma non doveva dirle davanti a un microfono.
      Quando lo spogliatoio non funziona gran parte della colpa è spesso dei senatori, che in questo caso erano il blocco-juve più De Rossi (altro ipocrita di rara levatura…)

      1. Certo, ma se quello stesso fallo con quello stesso cartellino l’avesse preso Balotelli nessuno sarebbe stato così comprensivo con lui.
        Il punto è che tendiamo a distorcere i nostri giudizi basandoci su chi abbiamo difronte, su quanto ci sta o meno simpatico, così perdoniamo a uno ciò che condanneremo in un altro.
        Il meccanismo ci sta tutto, è umano in fondo. Il problema è che nel caso di Balotelli il tutto è portato a livelli allucinanti e si generano i pandemoni come in questi ultimi giorni 🙂

  2. D’accordissimo che l’eliminazione non è solo colpa sua (dei 23 portati alla gita brasiliana personalmente ne salverei ben pochi), ma già scendere in campo in 10 perché il tuo centravanti titolare non corre, sbaglia gol facili o rischia di farsi espellere non è il massimo, considerando anche che questi aspetti sono sempre stati una costante nella sua carriera.
    Balotelli era ed è sempre osannato dalla stampa, che lo pompa qualsiasi cosa faccia, come giustamente hai sottolineato tu?
    Bene, allora è giusto che quando fa schifo in campo venga massacrato (tanto tra 2-3 mesi comincia il campionato e torneranno tutti sul suo carro).

    Poi ovviamente i problemi di questa nazionale sono a monte: mancanza di dirigenti seri e capaci, mancanza di alternative in campo e giocatori validi, vivai questi sconosciuti.

    1. Dici una cosa giusta: maggiori sono le lodi, più grandi ancora saranno le critiche.
      Totti fu aspramente criticato per il pessimo mondiale coreano o per lo sputo a Poulsen, ma non fu mai additato da nessuno (nè dal suo capitano nè dalla stampa) come l’UNICO colpevole. E’ questa la differenza.

      Io ho come un’impressione: siccome l’Italia fa cagare e tutti sanno che l’unico modo per arrivare in fondo erano i colpi di Balotelli, tutti (Prandelli, giocatori, tifosi) hanno voluto credere che Mario fosse il campione che non è e non sarà mai, perchè avevano bisogno di crederlo per poter coltivare le ambizioni tipiche della nostra nazionale. Successo il patatrac tutti a prendersela con lui per sfogare la nostre frustrazioni.
      Che poi lui con i suoi comportamenti in campo e fuori alimenti questo circolo vizioso è un altro paio di maniche.

  3. Concordo su tutto quello che hai scritto tranne sulle doti di Balotelli calciatore. Credo non sia un grande giocatore ma soltanto un buon attaccante (seconda punta assolutamente) con un gran tiro e poco più. Non sfrutta il fisico, non ha senso del goal e non sa giocare con la squadra. Purtroppo credo che per la sua carriera debba ringraziare il suo procuratore e il colore della sua pelle altrimenti avrebbe fatto l’attaccante del Parma al posto di Amauri.
    Detto questo penso che al mondiale non sia stato il peggio assolutamente e sentire De Rossi che da lezioni di moralità mi fa abbastanza ridere.

    1. Doti tecniche ne ha moltissime (anche oltre al tiro), fisicamente è corazzato, tatticamente è una capra. Ma soprattutto è la testa che gli manca: non ha la cultura del lavoro, non ha la professionalità durante la settimana. Vive di rendita col suo smisurato talento e col suo essere personaggio a 360°. Di sicuro la sua fama internazionale è indirettamente proporzionale ai suoi risultati sportivi…

      Su De Rossi stendiamo un velo pietoso… uno che si piglia 2-3 espulsioni a campionato per pugni e gomitate, uno che ci lasciò nella merda nel 2006 dopo facendosi espellere contro gli USA non potrebbe fare la morale proprio a nessuno.. eppure…

  4. Il mondo mediatico è purtroppo fatto così. Se fai bene sei un grande, ma se sbagli una sola volta, ti sotterrano. Balotelli non ha sbagliato una sola volta, sia fuori che dentro al campo, quindi diventa un bersaglio facile. Poi, diciamo che lui con i suoi stati su instagram e Twitter, riesce ad essere un bersaglio visibile a km di distanza.

    1. Il comportamento in e fuori campo di Balotelli sicuramente favorisce un certo accanimento, su questo concordo. Resta comunque il fatto che sul campo non ha fatto peggio di altri, ma questo lo riconoscono in pochi.

  5. Hallo! Io non seguo affatto il calcio, quindi non so giudicare se Balotelli sia o meno un bravo giocatore. La cosa che mi ha dato fastidio di tutta questa faccenda sono le accuse fatte dagli stessi suoi compagni di squadra. Che tifosi e giornalisti lo attaccano ci sta pure, ma che i suoi compagni di squadra lo prendano come capro espiatorio per pararsi (perché nessuno ha giocato davvero bene se abbiamo perso 2 partite su 3 e poi con quali squadre… e non dimentichiamoci che la prima l’abbiamo vinta anche grazie ad un suo gol) non è molto sportivo. Allora se vogliamo dirla tutta la colpa è di Buffon che non ha parato i gol che hanno fatto vincere gli avversari. Ironico naturalmente. 😉
    Mchan

    1. Ironico, ma veritiero…
      Ho sempre stimato Buffon, come portiere e come sportivo, ma questa sua uscita mi ha veramente deluso: l’ho trovata bigotta, squallida, inopportuna e volta solo a parare il suo grasso deretano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...