Il Milan ha venduto Balotelli

Tra poche ore Mario Balotelli non sarà più un giocatore del Milan: la sua avventura in rossonero finisce dopo appena un anno e mezzo, 54 presenze, 30 gol e più ombre che luci. Supermario va al Liverpool: i Reds lo hanno acquistato per circa 20 milioni che, viste le quotazioni girate questa estate, mi sembrano francamente pochi.

BalotelliChiariamo subito una questione: Balotelli non è un campione e mai lo sarà perchè pur essendo dotato di un talento calcistico smisurato, non ha il carattere e l’intelligenza per raggiungere altissimi livelli e mantenerli. Di più: i modi strafottenti, gli atteggiamenti indolenti e l’ossessiva ricerca di esposizione mediatica tendono a renderlo antipatico o indigesto. Quindi, per tutti questi motivi la cessione di Balotelli ha una sua logica sportiva (ci sono calciatori più bravi di lui) ed economica (non vale quello che guadagna).

Tuttavia, il Milan attuale non può permettersi di vendere un giocatore come Balotelli perchè – pur con tutti i suoi limiti – è il miglior attaccante della squadra, viaggia a una media di 1 gol ogni 2 partite e spesso e volentieri ci ha tolto le castagne del fuoco. Oddio, se avessi la certezza che i proventi della sua cessione fossero TUTTI reinvestiti per il rafforzamento della rosa o per comprare un giocatore più bravo di lui (quindi non Cerci), allora potrei anche applaudire l’affare, ma sappiamo tutti che fine faranno i danari del Liverpool… la stessa che hanno fatto quelli incassati con Ibra e Thiago Silva o, prima ancora, con Kakà.

A 10 giorni dalla fine del mercato il Milan è addirittura più scarso dell’anno scorso, quando si classificò ottavo: sono stati ceduti i due migliori marcatori (Balo e Kakà), mentre in entrata si registrano i soliti parametri zero di dubbio valore e si profila l’acquisto dei soliti bolliti che Galliani raccatta gli ultimi giorni di mercato.

E per fortuna che il presidente Berlusconi aveva ritrovato l’entusiasmo…

PS: per l’immagine di copertina ringrazio caldamente il mago del Photoshop @SigGiancarlo

Annunci

16 pensieri su “Il Milan ha venduto Balotelli

  1. Condivido tutto ciò che hai scritto.
    In primo luogo, hai ragione quando scrivi che con Balotelli il gioco non vale la candela: non vale la pena di sorbirsi tutti i problemi che crea per 15 gol l’anno (metà dei quali su rigore).
    Il guaio è che, come hai detto anche tu, Super Mario era L’UNICO della rosa milanista che poteva fare 15 gol l’anno. Sì, El Shaarawy e Pazzini al massimo della forma possono arrivare a quelle cifre, ma entrambi sono precocemente sul viale del tramonto. Ci sarebbe da metterci la firma se facessero 15 gol IN DUE.
    Inoltre, hai ragione quando scrivi che è scandaloso vendere Balotelli per soli 20 milioni. A quella cifra il Barcellona ha comprato un illustre sconosciuto come Rakitic del Siviglia. Inoltre, il Liverpool ha incassato 80 milioni da Suarez, e quindi non avrebbe potuto piangere miseria se Galliani gliene avessi chiesti 30, per dire. Era dai tempi di Sneijder al Galatasaray per 7,5 milioni che non vedevo un miglior rapporto qualità – prezzo.

    1. La cosa che più mi angustia é che molti amici di tifo esultano solo perché considerano Balotelli antipatico o sopravvalutato. Stesso discorso quando abbiamo ceduto Robinho, Matri, Condtant. Ma cedere le pippe non é che ti fa diventare più forte, soprattutto se le sostituisci con altrettante pippe o non le sostituisci affatto….
      Sarò pessimista ma con la rosa attuale non associano nemmeno tra i primi 10.

      1. Bisogna essere onesti: le cessioni di Robinho e Constant sono state dei colpi da maestro. Il primo perché era così attaccato al proprio stipendio faraonico che sembrava disposto a passare un anno in tribuna piuttosto che giocare altrove ad un ingaggio inferiore; il secondo perché le sue prestazioni sono state così vomitevoli che sarebbe stato un miracolo già trovare chi se lo prendeva in prestito, figuriamoci a titolo definitivo.
        Anche la cessione di Matri è un punto a favore di Galliani: non tanto per la formula (a cedere in prestito son buoni tutti), ma perché le squadre di Gasperini fanno segnare tantissimo i loro attaccanti, e quindi cederlo al Genoa è stata un’ottima mossa nell’ottica di rigenerare il giocatore.
        Discreto quindi il bilancio per quanto riguarda le cessioni. Il guaio sono gli acquisti: ad esempio, Montolivo si è rotto il 31 Maggio, siamo al 23 Agosto e ancora Galliani non ha comprato il suo sostituto. Dovrebbe essere questa la priorità del Milan: è inutile avere degli attaccanti come Cerci e Destro se poi ti manca un playmaker che gli lanci la palla in avanti.
        E poi, l’urgenza di rimpiazzare Montolivo e Balotelli non deve far dimenticare che la vera priorità del Milan è rinforzare la difesa. Ad esempio, non sarebbe stato male inserire Agger nella trattativa per Balotelli. E soprattutto, sulla fascia sinistra avreste Armero titolare e Albertazzi riserva: certo, rispetto all’accoppiata Constant – Emanuelson si sono fatti dei passi da gigante, ma siamo sicuri che non si possa fare ancora meglio?

      2. Vendere giocatori pagandone in parte l’ingaggio non mi pare una gran genialata.
        Pensa che Matri, ad oggi, ci è costato
        12 mln di cartellino +
        6 mln di ingaggio (l’anno scorso) +
        3 mln di ingaggio (quest’anno)

        21 mln per giocare 15 partite e segnare un gol. Farà poca differenza se al genoa segnerà: con quell’ingaggio ce lo terremo sul groppone altri 3 anni sicuri.

        Hai perfetamente ragione su Montolivo: la sua assenza è pesantissima ma finora è stata bellamente ignorata. Il motivo è ovvio: giocatori in quel ruolo costano cari e, inoltre, nemmeno darebbero a SB quel lustro mediatico che ha stimolato gli ultimi acquisti importanti (Balo e Ibra).

        Il problema di base del Milan è che le attività della società non sono più finalizzate al raggiungimento di risultati sportivi, nè di breve nè di lungo periodo. Si vende Balo per intascare 20 mln e nemmeno si ha già per le mani il sostituto…. Navigazione a vista, sperando di avvistare terra, altrimenti si naufraga e vaffanculo a tutti….

  2. non sarà stato un affare economico ma sportivo ed umano certamente si’ ! Un esempio disastroso per lo spogliatoio e per i giovani , un poveretto malato che diffonde la sua superficialità ed arroganza , meglio ultimi in classifica che mantenere gente cosi’ ! (Milanista sin dal seno materno….)

      1. Tanto dovremo pazientare poco, il mercato chiude tra 6 giorni.
        Ma il sospetto che non arriverà nessuno di livello è molto fondato, purtroppo.

      2. Se il Gallo rimpiazza Montolivo e Balotelli con la Doppia D (Dzemaili – Destro), la rosa milanista sarebbe quasi decente. Il primo acquisto è fattibile (soprattutto se il Napoli dovesse uscire dalla Champions), il secondo meno, perché ho sentito che Sabatini lo valuta ancor più di Balotelli. Follia. Ma era chiaro che i vari ds vi avrebbero preso per il collo, sapendo che dovete comprare qualcuno a tutti i costi e che avete solo 6 giorni per farlo.
        Le alternative sono Torres e Jackson Martinez. Il primo non segna da 3 anni e quindi va evitato come la peste; il secondo guardando le cifre sarebbe un colpaccio, ma se lo comprate adesso dovete dargli qualche mese per ambientarsi, e il Milan non può permettersi questo lusso. Meglio puntare su Destro, più giovane e già esperto del campionato italiano.
        La voce Eto’o non la prendo nemmeno in considerazione: è un parametro zero e quindi sicuramente Galliani ci avrà pensato, ma al Chelsea prendeva 6 milioni, e dubito che si ridurrebbe drasticamente lo stipendio per giocare in una squadra che non fa nemmeno le coppe.
        P.S.: All’inizio ho scritto quasi decente perché, come ti ho scritto Sabato, mi lascia perplesso la difesa. Oltre al problema della fascia sinistra, c’è quello dei centrali: al primo raffreddore di Alex e Rami tornerebbero in campo quegli impiastri di Mexes e Zapata…

      3. Arrivasse Destro a sostituire Balotelli sarei indubbiamente contento.
        Ma già so che è tutta una bufala: Destro costa e Sabatini – che non è stupido – vuole denaro contante. Coi “pagherò” di Galliani ci si pulisce il culo, quindi le possibilità che Destro arrivi sono meno dell’1%.
        Se arrivasse Dzemaili sarebbe il miglior centrocampista dopo De Jong, il che la dice lunga sulla mediocrità della nostra squadra. Non mi spiacerebbe in assoluto, ma il mio palato è abituato a ben altro tipo di calciatori.
        Sulla difesa hai ragionissima: Zapata, Mexes e soprattutto Bonera sono impiastri patentati. Ti dirò che a me non convincono neppure Rami e Alex: grossi, lenti e senza una carriera folgorante alle spalle (come invece l’ottimo Vidic preso dall’Inter).
        Il timore che alla fine arriveranno in prestito uno tra Eto’o e Torres è molto forte, anche perchè in passato abbiamo fatto spesso operazioni di questo tipo.
        Ecco, dare via Balotelli pre prendere Torres sarebbe proprio da scemi e mi ricorda pericolosamente un intreccio di mercato – fortunatamente non avveratosi – dell’anno scorso: https://lapinsu.wordpress.com/2013/06/20/ero-fidanzato-con-la-canalis/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...