Perdonatemi il romanticismo (A case of you)

Confesso a Dio Onnipotente,
e a voi, fratelli, 
che ho molto peccato, 
in pensieri, parole, opere e… VISIONI

Ehm…. allora…. volevo dirvi che… insomma…. non so da dove cominciare… ma…

Ho-un-debole-per-i-film-romanticoni-sentimentaloni-moccoloni.

Ecco, ve l’ho detto. Ora potete ridere un po’. State ridendo? OK, lo capisco.

State ANCORA ridendo? No dai, vabbè, vi ho confessato che mi piacciono i film sentimentaloni – e vi assicuro che non vado fiero di questo debolezza – mica vi ho detto che vado matto per i cinepanettoni Boldi-DeSica o per i polpettoni koreani dove solo il primo tempo dura 3 ore…. Quindi smettetela, che sennò mi fate diventare rosso dalla vergogna. Avete smesso? SI? Bene, allora proseguo.

Un meraviglioso batticuoreTengo a precisare che questa mia passione non comprende i romanticoni-alla-federico-moccia o i romanticoni-classiconi, quelli tipo Ghost, Pretty Woman, Titanic, Il tempo delle mele. No, queste robe qui mi fanno abbastanza schifo. I romanticoni-sentimentaloni-moccoloni che piacciono a me sono film poco famosi, b-movies di nicchia fondamentalmente. Robe tipo “Un meraviglioso batticuore“, “My sassy girl“,  “Appuntamento a Wicker Park” …

Credo che tutto abbia avuto inizio nei primi anni ’90: all’epoca ero solo un ragazzino e d’estate in TV non trasmettevano mai niente di gradevole. Magari la sera beccavo qualche bella puntata di Giochi Senza Frontiere con cui risollevarmi il morale (anche se l’avvicendamento Lippi/Andenna alla conduzione fu un vero trauma), ma di pomeriggio non c’era mai nulla di decente. Si salvava solo ItaliaUno grazie a qualche replica di Don Tonino, o col ciclo dei film con Franco e Ciccio oppure (appunto) con b-movies americani sugli adolescenti alle prese con le prime delusioni d’amore. Ecco, è tutta colpa di questi filmacci americani se ora ho questa passione sopita per i romanticoni.

I romanticoni-sentimentaloni-moccoloni sono film prevedibili e banali: il protagonista è sempre un ragazzo timido, molto imbranato con le ragazze ma dal cuore d’oro; ogni tanto fa qualche cazzata, ma comunque la fa sempre per la troppa ingenuità, mai con cattiveria.
(credo sia inutile specificare che mi immedesimo con tutti questi sfigati patentati)
Poi c’è lei, la protagonista: talvolta è così bella da togliere il fiato ma il più delle volte è semplicemente carina, anche se troppo carina per dirlo a parole. Comunque è sempre irraggiungibile perchè: a)è troppo bella per il protagonista; b)ha già un ragazzo che è pienodisoldi-campionedifootbal-belloccio-rappresentantedistituto-guidailmacchinone; c)vive in un’altra città; d)ha le amiche stronze; e)a+b+c+d.
Alla fine, in qualche modo il lui-sfigatello riuscirà incredibilmente a conquistare la lei-troppo-carina e sarà vero amore, amore per l’eternità. Ecco: tutta la magia di questi film, ciò che me li fa amare così tanto, si racchiude nel “in qualche modo”, ossia sul come lo sfigato ha conquistato la bella.

acaseofyou

A case of you, il film che mi ha spinto questa dolorosa confessione, non si discosta affatto da questo canovaccio: lui (Justin Long) è imbranatissimo, lei (Evan Rachel Wood) è carinissima, ma in mezzo ci sono la timidezza di lui e un mondo intero che li divide. Alla fine staranno insieme, ma scoprire COME lui riuscirà a vincere la timidezza ed annullare questo universo di differenza è la cosa veramente bella del film. Non le situazioni comiche, non le scene romantiche, neppure i numerosi cameo di attori famosi (Sienna Miller, Sam Rockwell, Brendan Fraser, Vince VaughnPeter Dinklage): niente di tutto questo mi ha veramente colpito del film. A stregarmi sono stati i ripetuti tentativi del protagonista di nascondere il suo essere un brutto anatroccolo ostentando un principe azzurro che non avrebbe mai potuto diventare. Per poi scoprire, banalmente, che la ragazza dei suoi sogni lo amava già così com’era: timido e imbranato.

Non si diventa uomini migliori vedendo film come A case of you, ma almeno si dà forza alla speranza che là fuori ci sia una Evan Rachel Wood pronta a innamorarsi di noi brutti anatroccoli!

Voto al film: 7
Voto al genere romanticone-sentimentalone-moccolone: 10+++

ACaseOfYou

 

Annunci

21 pensieri su “Perdonatemi il romanticismo (A case of you)

  1. Hallo! Io adoro i film del genere!!! ❤
    E, seppur non sono neanche lontanamente simile alla Wood, adoro i ragazzi timidi ed impacciati. Quindi grazie per la segnalazione! 😉
    Mchan
    Ps: per la cronaca: io non ho affatto riso, anzi… Mi fa piacere notare che a questo mondo ci siano dei ragazzi/uomini che non hanno paura di mostrare le loro emozioni e non ostentato la loro virilità sempre e comunque. Come, del resto, hai dimostrato già svariate volte. 🙂
    Pps: del genere ti segnalo The First Time. Lui è carino ed imbranato al tempo stesso e lei è spavalda e "irraggiungibile". Ammetto che la trama poteva essere approfondita un pochino di più, ma è carino. Anche Ricordami Ancora (Remember Sunday) è carino, i protagonisti sono più maturi, a me ha addirittura commosso ad un certo punto. Ma non sono molto attendibile che in quel periodo mi commuoveva un po' tutto. Mah… 😛

  2. Non ci crederai, ma proprio ieri sera ho iniziato a leggere un libro romanticone-sentimentalone-moccolone: “Cercando Alaska.” L’autore, manco a dirlo, è lo stesso che ha scritto “Colpa delle stelle”.
    Nel libro che sto leggendo, ovviamente il protagonista è brutto, timido e impacciato, e la ragazza a cui fa il filo (la Alaska del titolo) incarna alla perfezione i punti A e B che hai elencato nel tuo post.
    Sono solo a pag. 70, ma posso già prevedere il resto del libro: lui verrà gonfiato dal ragazzo di Alaska, lei inorridita da quest’atto di violenza mollerà il fidanzato manesco e si metterà con il ragazzo timido e impacciato.
    E allora perché lo leggo? Perché anch’io amo i libri e i film romanticoni-sentimentaloni-moccoloni. 🙂
    Comunque, ora che ci penso “Colpa delle stelle” finisce male, quindi forse faccio male a dare per scontato il lieto fine di “Cercando Alaska.”
    Nota off topic: stamani su SKY Cinema Max ho visto Android Cop. Come si intuisce fin dal titolo, è palesemente copiato da Robocop: ebbene, non ci crederai, ma questo filmetto di serie B girato con 100 euro è mille volte meglio del remake ufficiale, che tu descrivesti così bene qualche mese fa (https://lapinsu.wordpress.com/2014/05/23/robocop-ovvero-vomitop/). Del resto, non è che ci volesse molto. 🙂

    1. siamo spiriti affini, wayne, te li dico da tempo…
      condividiamo pure la passione per i romanticoni-sentimentaloni-moccoloni…
      in effetti, come ho cercato di spiegare nel post, in questi film la storia non è quasi mai interessante, bensì lo è lo svolgersi degli eventi e vedere come il protagonista sfigatello riuscirà nell’impresa di conquistare la bella. Di solito è un percorso tortuoso, costellato da tanti bassi e pochi alti, e proprio per questo lo scontato lieto fine arriva sempre una dolce liberazione.
      Nel caso specifico di Alaska non mi sbilancio non conosco l’autore se per aver visto “Per colpa delle stelle”.
      Con una sceneggiatura scritta di mio pugno e un cast di ragazzini scritturati fuori da una scuola elementare non ho dubbi di realizzare un film migliore di Robocop 2014, figuriamoci quindi questo Android Cop che tu citi. Me lo segno subito, grazie per la dritta 😀

    1. Guarda, quello di Dinklage è un cameo veramente carino (come tutti gli altri tra l’altro). C’entra poco con la fama di attore che si è fatto negli ultimi tempi, però il suo è un personaggio veramente simpatico 🙂

  3. Ha h ah ah, mitico Lap, mi hai fatto troppo ridere, si vede che questo genere “lo senti”, mi hai ricordato la mia confessione sull’origine della mia passione per i “vendicatori e giustizieri” del cinema!
    Non te ne vergognare, tutti abbiamo le nostre debolezze ed i film ci emozionano quando toccano certe corde sensibili dovute alla nostra infanzia, alle nostre esperienze, ai ricordi, ecc…
    Bravo Lap, non ti vergognare mai di esprimere quello che senti! 😉

    1. L’unica differenza caro amico che nessun maschietto si vergogna di apprezzare vendicatori e giustizieri. Il discorso cambia coi sentimentaloni eheheheheh
      Hai ragione comunque quando affermi che non ci dobbiamo mai vergognare per i nostri gusti da cinefili, anche per i più strani. Ed è quello che ho cercato di spiegare più diffusamente nel post successivo, quello sui miei guilty pleasure


  4. Ufficiale gentiluomo no? Troppa serie A?
    Il diario di Brigettina??? Insomma anche alcuni italiani tipo. L ultima neve di primavera e poi mi viene in mente La sepolta lei era una molto bella che è sparita nel nulla ed era un po’ l’antagonista di Laura Antonelli e si chiamava Agostina belli.. elli elli
    Sherabientot

    1. Ufficiale e gentiluomo ce l’ho (anche se lo trovai un filino troppo melenso per i miei gusti) gli altri invece mi mancano tutti.
      Caspiterina sherazade, ad ogni tuo commento scopro con sommo disappunto che c’è una galassia di film – ma che dico una galassia: un universo addirittura – del quale ignoro completamente l’esistenza.
      Misero me….

      1. Ne scrivo poco ma il cinema è la mia passione soprattutto il cinema dal dopo guerra agli anni 90 . La tecnologia nulla ha aggiunto al pathos e la genialità di quasi tutta la filmografia di allora.
        🍺🍺

      2. Pathos
        Che parola bellissima. E’ un peccato non esista in italiano una parola con lo stesso spettro di significato.
        EMOZIONE la coglie solo in parte perchè il PATHOS è qualcosa di molto più profondo e variopinto.
        Come per l’appunto il primo cinema, quando ancora era tutto da scoprire ed inventare….
        Ma sto diventando tremendamente malinconico e insopportabilmente serio… meglio andare a sbafarsi qualche dolcetto carnevalesco… chè tanto la prova costume è ancora lontana 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...