FC Juventus – AC Pippan 3-1

Siamo una squadra di pippe.

Non che servisse la settima sconfitta su 22 partite per certificarlo, tuttavia se l’allenatore afferma “Ho fatto i complimenti alla squadra” dopo una sconfitta per 3-1 allora abbiamo la certezza di essere diventati una provincialotta qualsiasi con giocatori scarsi e mentalità perdente.

Per carità, bisogna essere onesti e ammettere che la prestazione di ieri sera è stata la migliore delle ultime partite: per lunghi tratti siamo stati UNA SQUADRA anziché la solita accozzaglia di 11 giocatori che vagano per il campo senza logica, è stato portato un buon pressing e la Juve – che ha giocato una partita sottotono, va detto – in alcuni momenti ci ha addirittura sofferto. Tuttavia ai gobbi è bastato fare qualche accelerazione di tanto in tanto per segnare 3 gol e costringere Diego Lopez – ancora una volta il migliore dei nostri – a compiere un paio di interventi prodigiosi. Ma noi siamo una squadra di pippe allenata da una pippa, loro no.

Insomma, abbiamo giocato una partita mediocre invece che disastrosa, tuttavia se basta così poco per fare i complimenti alla squadra, allora tanto vale ritirarsi dal campionato ed iscriversi al torneo di calcetto parrocchiale.

A voler essere ottimisti si intravederebbe qualche timido segnale di ripresa e forse – sottolineo il FORSE – potremmo anche tornare il lizza per un posto in Europa League, a patto che i giocatori camuffino la loro mediocrità, l’allenatore faccia pochi danni e il presidente stia il più possibile zitto. Ma con questo Milan io non riesco ad essere ottimista, ormai si è capito…

Voglio però concludere questo pensiero mattutino con una riflessione: se ieri sera avessimo vinto 5-0 comunque sarei disgustato. Perchè? Guardate la foto:

Muntari capitano: la bestemmia definitiva
Muntari capitano: la bestemmia definitiva

Muntari capitano.

Muntari capitano.

MUNTARI CAPITANO!

Nominare Muntari capitano del Milan è più grave che eleggere il capo dell’ISIS al Soglio Pontificio. No, non si può. Quella fascia che un tempo fu appesa alle divine braccia di Gianni, Franco e Paolo non può essere profanata da questo vangatore indegno che fa il calciatore senza averne titolo e capacità. Il Milan ha avuto 3 capitani in 40 anni e ognuno di essi è stato tra i più forti calciatori della sua generazione. In questa stagione, invece, ne abbiamo avuti già 6, tutti rigorosamente scarsi e indegni. Ecco, forse questo dato più di tutti gli altri dimostra l’abisso di mediocrità in cui siamo precipitati.

Ora abbiamo la prova che l’AC Milan 1899 è scomparso, mentre ha visto la luce l’AC Pippan 2015.

rivera baresi maldini
Gianni, Franco e Paolo, abbiate pietà di loro perchè non sanno quello che fanno

 

Annunci

7 pensieri su “FC Juventus – AC Pippan 3-1

  1. Quando Colantuono allenava il Palermo, ricordo che perdette 3 – 1 con l’Empoli. Nell’intervista del dopopartita disse: “E’ stata una giornata storta, amen.” MA COME AMEN??? Se hai perso 3 – 1, non puoi mai dire “Amen” oppure “Ho fatto i complimenti alla squadra.” Quando perdi 3 – 1 devi essere incazzato come una bestia, altro che storie. Chi fa una dichiarazione del genere non potrà mai diventare un grande allenatore.
    Comunque, che la serata sarebbe andata male l’ho capito già dall’annuncio della formazione. In difesa c’erano Zaccardo – Alex – Paletta – Antonelli: questi 4 non avevano mai giocato insieme, addirittura gli ultimi 2 avevano alle spalle solo pochi allenamenti in rossonero. Schierare una difesa non rodata contro la squadra più forte del campionato è stato un errore da dilettanti.
    A centrocampo poi c’erano Muntari – Essien – Poli: no comment.
    Se vogliamo anche le scelte in attacco fanno alzare il sopracciglio (perché Honda anziché Bonaventura?), ma sono peccati veniali in confronto alle scelte scriteriate fatte negli altri 2 reparti.
    Tra poco gioca la Fiorentina, e per la prima volta da anni non ho l’adrenalina pre – partita. La cessione di Cuadrado è stata una decisione giusta: in passato alcuni giocatori (Frey, Mutu, Vargas, Gilardino) non sono stati venduti nel loro momento di gloria, e in seguito ce ne siamo amaramente pentiti. Di conseguenza, ben vengano cessioni come quelle di Jovetic e Cuadrado, fatte al momento giusto e alle cifre giuste. Tuttavia, quella cessione ha spazzato via le nostre già minime speranze di Champions’ League: dato che dell’Europa League non me ne frega niente, io fino all’anno prossimo seguirò le partite della Viola con ascetica atarassia. Ti consiglio di fare lo stesso con il tuo Milan, come forma di autodifesa.

    1. Inzaghi è un incapace, e la sua incapacità è direttamente proporzionale al livello di pippagine della rosa.
      Compie scelte scriteriate, come rilevi tu, e ripete gli errori senza mai migliorarsi. D’altronde usurpa quella panchina solo perchè servo e leccaculo, che sono le uniche due qualità che per la società deve avere l’allenatore.
      Poi i giocatori sono quello che sono, inutile girarci intorno. A sto punto io farei giocare i ragazzini delle giovanili, ma questa non è mai stata la politica societaria. Peccato.
      Trovo invece riprovevole la polemica scatenata ad arte da Galliani contro le immagini del primo gol: già trovo inutile protestare per gli errori arbitrali, figuriamoci per una immagine tv che non contano un cazzo.
      Ma tutto fa brodo per distogliere l’attenzione dalla partita mediocre giocata dalla squadra e dal passivo pesante imbarcato anche l’altro ieri.

      Sulla tua Fiorentina: avete preso 3pti pesanti nella corsa alla EL, ma la UCL resta lontana. Questo Napoli è troppo per voi. Forse se non aveste venduto Cuadrado e se Gomez e Rossi fossero stati sani per tutto il campionato, allora avreste potuto insidiare i partenopei, ma stando così le cose non ne avete i mezzi. Se investirete bene i soldi ricavati ora a giugno prendendo un buon regista che sappia sostituire l’ormai decotto Pizarro e una punta che segni con regolarità (ormai io Gomez lo venderei, è una scommessa spersa), allora potreste rientrare in lizza.

      1. Gomez è stato pagato oltre 15 milioni di euro, ne guadagna 4,25 all’anno e quindi Montella deve farlo giocare per forza. Risultato: Gomez riceve 5 o 6 palle gol a partita, e le spreca tutte miseramente. E al di là dei gol mangiati, è irriconoscibile anche dal punto di vista tecnico: non riesce a controllare il pallone, sbaglia anche i tocchi più elementari.
        Noi tifosi lo abbiamo aspettato per un anno e mezzo, poi abbiamo perso la pazienza e abbiamo iniziato a fischiarlo. Non tanto per odio nei suoi confronti (come sai, siamo molto tolleranti nei confronti delle pippe), quanto piuttosto perché è l’unico modo per far capire alla società che devono assolutamente panchinarlo, a costo di buttare nel cesso i 4,25 milioni che prende. Che tanto sono buttati nel cesso comunque.
        Riguardo all’erede di Pizarro, ce l’abbiamo già (Badelj è un ottimo playmaker), ma Montella non lo impiega perché fa parte di quegli acquisti che Pradé ha fatto senza consultarlo. È per questo che spero in un addio di Vincenzino: la sua lotta intestina con il ds si ripercuote sulla squadra, e quindi è meglio azzerare tutto e ripartire con un tecnico magari meno bravo, ma più pacifico. Sei d’accordo?

      2. Gomez dovete cercare di venderlo a fine campionato e col ricavato acquistare un buon attaccante da 20gol a stagione.
        Non sapevo di Badej: se è bravo come dici giusto puntare su di lui.
        E comunque credo che a fine anno le strade di Montella e Firenze si divideranno: questo sembra proprio l’anno di fine ciclo.

        Ti confesso che non mi spiacerebbe vederlo al Milan, il problema è che bisognerebbe dargli una rosa degna altrimenti lui non verrebbe. E il mio timore è che anche l’anno prossimo il Milan sarà Pippan…

    1. Il problema Muntari è che, oltre ad essere scarso, è un giocatore impulsivo, che cade nelle provacazioni e che si lascia andare a gesti inconsulti (ricordo ancora una sua espulsione: entrò dalla panchina e in due minuti prese 2 gialli). Un giocatore così non può essere capitano per definizione. Ancora una volta si vede la totale assenza della società, che troppo occupata a bearsi del passato e a ragionare sulle righe delle prduzioni televisive, dimentica di fare il proprio lavoro.

  2. P.P.S.: L’anno scorso Allegri fu esonerato per aver perso con il Sassuolo: ebbene, Inzaghi non solo ha perso anche lui con il Sassuolo, ma dopo 22 giornate ha anche gli stessi identici punti degli emiliani. Poi certo, se la società si accontenta di essere un Sassuolo qualunque allora possono anche andare avanti con lui…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...