Silvio, ora fuori dai coglioni

Silvio, grazie di tutto ma ora fuori dai coglioni.

Sei stato un grande presidente, questo è innegabile e la bacheca rossonera ne è l’inconfutabile prova. E certamente l’ultimo quinquennio – benchè disastroso sia per i risultati sia per il trattamento riservato a noi tifosi – non può cancellare i tue meriti nè spegnere la nostra riconoscenza. Ma nel calcio, come nella vita, non si può vivere di ricordi e l’amore va costantemente rinnovato e meritato. Tu da molto tempo hai smesso di nutrire interesse per il Milan e noi tifosi da altrettanto tempo abbiamo smesso di avere fiducia nei confronti tuoi e delle persone cui hai affidato i sacri colori rossoneri.

Quindi fuori dai coglioni. Tutti.

berlusconi presidente milan

Tu.
Galliani e le sue cravatte gialle.
Tua figlia Barbara e le sue smanie da bambina stupida e viziata.
E soprattutto la supponenza con cui avete trattato noi tifosi facendovi sistematicamente beffe del fuoco che alimenta la passione per il Milan, quell’amore incondizionato che ci tiene svegli la notte prima di una finale, che ci fa ridere per un gol, che ci fa piangere per un rigore sbagliato. Quell’amore che forse voi non avete mai conosciuto.

Quindi fuori dai coglioni. Tutti. Subito.

Non mi importa a chi venderai, sono sincero. Mr. Bee o Richar Lee, ma andrebbe bene pure Paperon de Paperoni. L’importante è che tu venda . Ora. Non domani e nemmeno stasera: adesso. Subito. Perchè peggio di come ci hai ridotto c’è solo la serie B.

E al nuovo proprietario – chiunque esso sia – non chiederò nuovi campioni e nemmeno investimenti milionari: mi basterà soltanto che prenda a calci in culo l’attuale dirigenza. Perchè la mala gestio degli ultimi cinque anni si spiega solo con l’incompetenza o la malafede e io gli incapaci e i farabutti alla guida del Milan non ce li voglio vedere. Mai più.

Quindi, Silvio, fuori dai coglioni. E’ il momento.

berlusconi presidente milan old

Annunci

14 pensieri su “Silvio, ora fuori dai coglioni

  1. Non essendo tifoso del Diavolo non ho la tua stessa acredine nei confronti della dirigenza rossonera, ma concordo con l’idea che un ciclo (in qualsiasi settore) non possa e non debba essere eterno.

    Per quanto Berlusconi vi abbia fatto vincere una quantità notevole di trofei, giunge sempre il momento di voltare pagina ed andare avanti, e per come è messa la squadra adesso, la cessione societaria è l’unica strada percorribile, in modo da poter cominciare la prossima stagione già con un progetto orientato verso il futuro.

    La riconoscenza per il passato glorioso è giusta, ma tentare disperatamente di salvare un paziente ormai comatoso no.

    1. se a un certo punto inanelli una cavolta dietro l’altro e ti giustifichi dicendo che però in passato hai fatto vincere di tutto e di più sei come una moglie che dopo 20 anni di condotta irreprensibile inizia a darla a tutto il paese e poi, alla tua protesta, ti rimbrotta: che cazzo vuoi? ti son stata fedele per 20 anni oh!
      In buona sostanza, la riconoscenza non va mai chiesta nè invocata, deve essere spontanea.
      Ed è quando Berlusconi ha iniziato a pretenderla che si è rotto qualcosa. Questo momento è inevitabile e tardivo. Spero solo non ci siano mezze vie pericolose: nuova proprietà, nuovo management, nuovo tutto. Le mezze misure ora farebbe più male che bene,.

    1. Il discorso è complicato. Di sicuro dovremo sopportarlo ancora un po’ ma credo che ieri sia iniziato il percorso che lo porterà a vendere tutto il Milan. Spero solo che non ci metta troppo tempo…

  2. http://www.tuttomercatoweb.com/serie-a/milan-mr-bee-dettagli-da-perfezionare-obiettivi-serie-a-e-champions-675866
    Quando ho finito di leggere quest’articolo, sono stato preso da un grande sconforto. Perché se Mr. Bee dice che “Barbare Berlusconi e Galliani sono persone chiave”, a quel punto diventa irrilevante se lui acquisterà il 51% o il 49: finché quei due continueranno a bazzicare Milanello, la resurrezione non potrà comunque avvenire. Non avverrebbe nemmeno se Mr. Bee ce li mettesse davvero, quei 100 milioni: infatti il Gallo li sputtanerebbe tutti nei suoi affarucci con i procuratori, non li userebbe certo per potenziare la squadra. Sono sinceramente dispiaciuto, perché ci avevo creduto davvero che Mr. Bee avrebbe preso la maggioranza, e soprattutto che avrebbe cacciato i mercanti dal tempio.

    1. mi auguro (voglio sperare) che siano solo discorsi di facciata.
      questo pezzo del Sole24ore chiarisce molto sulle dinamiche che spingono trattative come questa:
      http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/finanza-e-mercati/2015-05-02/milan-l-attesa-e-finita-berlusconi-accetta-l-offerta-mrbee–114547.shtml?uuid=ABQ7bPZD
      In sostanza Mr.Bee partirà da una quota minoritaria che poi si trasformerà in maggioranza con la quotazione in borsa del titolo e quindi la diluizione delle quote dei due maggiori azionisti.
      Manovre finanziare di cui capisco poco e che non mi interessano, basta che i tempi siano brevi per una rivoluzione.

      E’ ovvio che in questa fase i marpioni come Galliani e le raccomandate come Lady B restino al loro posto: voglio però ancora sperare che quando Mr. Bee avrà il controllo assoluto allora questa gente venga sbattuta fuori da Milanello in 3 secondi e sostituita subito dopo da gente competente e affamata.

      Dopo 2 anni di rospi ingoiati a ripetizione, un po’ di fiducia speranzosa non riesco proprio a trattenerla. Spero solo di non dovermi ricredere subito….

      1. In effetti questa storia di Berlusconi che si tiene la maggioranza mi era puzzata fin da subito. Perché Mr. Bee dovrebbe accettare di investire fior di milioni, se tanto Silvio vuole relegarlo ad un ruolo da figurante? Se Mr. Bee accetta di entrare in società a queste condizioni, o è un ricco scemo oppure (come ipotizzavi tu) conta di rovesciare la situazione in un secondo momento. Vi auguro di cuore che la seconda teoria si riveli quella giusta. Buona Domenica! 🙂

      2. staremo a vedere, di sicuro è iniziato il processo che porterà alla cessione definitiva, ho solo il timore che sarà lungo e graduale, consegnandoci altre stagioni grigie come queste.

      3. Inzaghi si beccherà un voto pessimo pessimo.
        de sciglio non so, ha giocato poco e credo sia vittima dell’involuzione collettiva generata da un allenatore ritardato, assenza di campioni e società allo sbando totale. Avesse militato a Roma o Torino probabilmente lo vorrebbe mezza Europa…

    1. bè, la politica mi piace ma non amo parlarne nel blog… roba troppo serie per il tono che ha questo piccolo angoletto passatempo…
      Certo che però, in politica, ha già fatto tutto da solo, ormai è un comprimario e poco più. Peccato che invece le sorti del mio Milan dipendano ancora da lui 🙂

  3. Non tifo Milan ma concordo con quello che hai scritto, quando un ciclo è finito è finito meglio voltare pagina e iniziare una nuova storia.

    Il passato non si dimentica, ma vivere di ricordi può essere pericoloso !!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...