AZ Monnezza (non sarebbe un dentifricio, ma fate voi)

I vecchietti pensionati stanno ai cantieri stradali come i gabbiani stanno alle discariche.
Non si sa come, quando e perchè, ma appena c’è una discarica dal nulla spuntano gabbiani anche se il mare dista millemila chilometri. C’hanno il radar. O magari li avvisano proprio i vecchietti pensionati che loro di tempo libero ne hanno a vagonate, ma sempre dopo che i cantieri stradali hanno chiuso e gli operai sono tornati a casa, sia chiaro.

Ma il giochino può continuare con altre lungimiranti equazioni.

Le discariche stanno ai gabbiani esattamente come i giochini perversi con le liste di film stanno a Lapinsù.
Non si sa come quando e perchè, ma appena su wordpress spunta qualche giochino per comporre strane classifiche cinematografiche, Lapinsù lo scoprirà. Forse c’ha il sesto senso, ah no quello è un film con Bruce Willis. Allora sarà il settimo senso, ah no quello ce l’avevano i Cavalieri dello Zodiaco. Ok, resta fuori l’ottavo, deve essere per forza quello di senso, non ci sono altre spiegazioni. A meno che ad avvisarlo non siano i gabbiani che entrano in modalità piccione-viaggiatore e gli portano strani messaggini attaccati alla zampetta, messaggini scritti da vecchietti pensionati dopo che i cantieri stradali hanno chiuso.

Ecco. Tutto torna.

E siccome nella discariche c’è la monnezza, allora beccatevi pure l’alfabeto delle schifezze, che se lo leggete tutto preferirete tornare analfabeti. Lapinsù vi ha avvisato.

A = Awake – Anestesia cosciente
B = Bel Ami – Storia di un seduttore
C = Codice: Genesi
D = District 9
E = Erin Brockovich – Forte come la veritÃ
F = Fratelli in erba
G = Ghost Rider
H = Hazzard
I = Il curioso caso di Benjamin Button
J = Jupiter – Il destino dell’universo
K = Knockout – Resa dei conti
L = La solitudine dei numeri primi
M = Max Payne
N = Noah
O = One for the Money
P = Parker
Q = Questi sono i 40
R = Ritorno a Cold Mountain
S = Solo Dio perdona
T = The Mexican – Amore senza la sicura
U = Upside Down
V = Vicky Cristina Barcelona
W = Waterworld
X = …
Y = …
Z = …

Annunci

36 pensieri su “AZ Monnezza (non sarebbe un dentifricio, ma fate voi)

      1. Credo che il più grave sia District 9, perché ha letteralmente rivoluzionato la fantascienza moderna (insieme a Wall-E), mostrandoci gli alieni come mai li avevamo visti finora, ovvero come se fossero degli immigrati nel mondo reale. Non andrò nel dettaglio perché non voglio essere pedante, ma per come la vedo io, District 9 è probabilmente il più potente blockbuster moderno, dal punto di vista dell’incredibile atto di denuncia che rappresenta.
        Detto questo, ovviamente non ti deve piacere per forza, come non devi per forza essere d’accordo con me su quello che ho appena detto. E poi me lo ricordo più o meno il perché del tuo disprezzo nei confronti del film, ne hai e ne abbiamo già parlato altrove, quindi pace. 😀
        Per quanto riguarda gli altri, sono in fondo tutte scelte abbastanza comprensibili e alcune anche assolutamente condivisibili. 😉

  1. Fortunatamente non ho visto tutti i film in questo elenco.. tra quelli che mi mancano c’è “District 9”, che mi aspettavo di leggere, visto il tuo odio incondizionato verso questo film. Sai che così stai alimentando la mia curiosità e che probabilmente lo vedrò?

    1. ho già spiegato diffusamente l’odio che nutro per questo film nel post I film che piacciono a tutti tranne me. E lì troverai anche una bella teoria di rimproveri che mi son buscato.
      Ma non ho cambiato affatto idea. Quel film per me è il MALE ASSOLUTO 😀

  2. Ecco la mia classifica:

    A – Apri gli occhi
    B – Bambola (ma preso come porno è un capolavoro)
    C – La classe – Entre les murs
    D – Dieci Inverni
    E – End of watch – Tolleranza zero
    G – La gang dell’Arancia Meccanica
    H – Hulk
    I – Io, l’altro
    J – Jungle fever
    K –
    L – Lettere da Iwo Jima
    M – Mulholland Drive
    N – Natale a Miami
    O –
    P – Pietà per i giusti
    Q –
    R – Robocop
    S – I segreti di Osage County
    T – La teoria del tutto
    U – United 93
    V – Vizio di forma
    W – Wild
    X –
    Y –
    Z –

    Come vedi, molte caselle sono rimaste in bianco: essendo uno spettatore poco esigente, è stato difficile per me trovare un film che mi ha disgustato per ogni lettera dell’alfabeto. Per riempire qualche spazio sono stato costretto ad inserire perfino 2 film che non sono riuscito a finire per quanto eran brutti: End of watch e United 93.
    La lettera più “affollata” era la M: Mulholland Drive era imbattibile, in quanto è il film più brutto che abbia mai visto, ma The Master e Un milione di modi per morire nel West sono delle cime (di merda) alte quasi quanto il film di Lynch.
    The Aviator è stata un’altra esclusione dolorosa, ma Apri gli occhi avrebbe battuto per noia e assurdità anche un documentario sugli asini che volano. 🙂

    1. Stra d’accordo su Mullholand e the Master, l’alfabeto dovrebbe avere due M per poterli mettere entrambe: due ciofeche tra le più brutte mai fatte.
      Tra gli altri che conosco della tua lista nessuno mi ha stupito: sono film universalmente orrendi.
      E anche alcuni di quelli che non ho visto (come vizio di forma) già sapevo che erano pessimi per il semplice fatto che c’era Anderson dietro la macchina da presa: una garanzia di noia e piattume.

  3. Meravigliosa introduzione! Ahahah
    Condivido molte tue scelte. Se dovessi fare io una classifica di questo tipo entrerebbero a testa alta: Viaggio al centro della terra, Alice in Wonderland, Prince of Persia e quelle ciofeche de Lo Hobbit!
    A presto!

    1. Secondo me Alice in Wonderland non è piaciuto per un motivo molto semplice. Nei mesi che precedettero l’uscita, furono diffusi in anteprima video e immagini del film in quantità industriale. L’intento era quello di aumentare il senso di attesa; il risultato invece fu che, quando gli spettatori arrivarono in sala, avevano la sensazione di aver già visto tutto e quindi non riuscirono ad apprezzarlo. Sta succedendo la stessa cosa con Suicide Squad e Batman vs. Superman.
      Poi certo, anche al netto della fallimentare campagna promozionale il film non regge il confronto con le migliori opere di Tim Burton. E neanche i film successivi ad Alice in Wonderland, a quanto ho sentito.

      1. Secondo me Alice in Wonderland è un prodotto semplicemente fallimentare, partendo sia dal cast (Johnny Depp che replica Jack Sparrow) che dalla scelta visiva pesantissima presa da Burton. Gli manca quella magia che, penso, molti si aspettavano. Poi è vero anche quello che dici tu, ma Alice in Wonderland è, a mio parere, un film abbastanza brutto.
        A te è piaciuto?

      2. Come puoi dedurre dal commento che ho pubblicato poco sopra, i film che non mi sono piaciuti si contano sulle dita di una mano. Comunque, sono d’accordo sul fatto che l’estetica favolistica di Tim Burton, che in altre occasioni ha portato ad esiti felici (uno su tutti La fabbrica di cioccolato), in Alice in Wonderland invece è stata trasposta sullo schermo con mano troppo pesante.
        Altrettanto giusta la critica sul cast: in particolare la scelta dell’attrice protagonista è stata sciagurata, perché la Wasikowska manca di carisma.
        Ma la critica che condivido di più in assoluto è quella sull’assenza di magia: Alice in Wonderland è un film senz’anima, gli manca l’umanità di opere come Edward mani di forbice. E a mio giudizio su questo ha influito tantissimo il fatto che Tim Burton abbia curato solo la regia, e non anche la sceneggiatura. Insomma, sia lui che la casa produttrice hanno sbagliato tutto lo sbagliabile. 🙂

      1. Sulla Arterton siamo d’accordo, ma il film è da buttare… Tremendo, ricordo che avevo la pelle d’oca dall’orrore 😉

  4. Quoto in tutto e per tutto i commenti di Zack, m’immaginavo di trovarci District 9, come pure Ritorno a Cold Mountain che ho amato, e Erin Brockovich da 10 e lode, ma non posso prendermela quando i tuoi articoli sono un tale piacere. Batto le mani per te

    1. Erin Brockovich… quanti brutti ricordi. Togli le minigonne e le canottierine dell’allora ancora splendida splendente Julia, e probabilmente manco l’avrei finito… 😀

      1. A me la Roberts non aggrada molto. Come attrice mai piaciuta (ride sempre, che cazzo c’avrà da ridere), come bellezza ai suoi tempi era top. Ora troppi lifting hanno limato anche il suo fascino. Ormai evito i suoi film.

    1. C’hai il sesto senso per la monnezza 😀
      O forse era il settimo? O l’ottavo?
      Bo, scegli tu dai che se sono entrato in questo circolo vizioso è tutta colpa tua 😛

  5. L’essenza del mockumentary liquefatta dentro un action sci-fi d’eccellenza, la scelta del Sud Africa ovviamente simbolica e le case colorate dello storico quartiere di Città del Capo, l’ossessione dei corpi privati di sicurezza ed il loro scherano, quel Van der Merwe dal cognome palesemente di origine olandese come i sudafricani bianchi… Distrcit 9 è talmente tante cose dentro un film che il vero problema per un regista come Blomkamp e fare film che deludano una prtenza così incredibile.
    Quindi? Quindi solo la tua straordinaria simpatia ed indubbia (demoniaca) capacità di scrivere ed affascinare potrà salvarti dagli strali del Dio del Cinema, il quale, dall’alto della sua saggezza, sta probabilmente ridendo del post e delle tue bellissime battute…
    “Lapinsù, il piacere della lettura, anche quando non si è d’accordo”, potrebbe essere il Pay Off del tuo blog.

    1. Ok, D9 non ve lo critico più, promesso! Che sennò poi vi scatenate con una manovra a tenaglia che mi sembrate tutti novelli Annibale in quel di Canne 😛

      Chiudo solo dicendo che piuttosto che vedere quella suprema monnezza, avrei preferito accompagnare la suocera a fare la spesa al centro commerciale. Per tutto il pomeriggio. Di sabato.
      Perchè non è brutto ciò che è brutto, è brutto ciò di cui non puoi sopportare nemmeno il ricordo 😀

      1. Una risposta impeccabile!
        Quando dico che sai scrivere ed assieme sei demoniaco… perché tutti devono sapere che in realtà Pennesi una volta non era dotato della incredibile favella e dell’arte oratoria di cui dispone ora, ma poi un giorno, sulla via di Damasco, ha incontrato un demone, uno di quelli con cui avevano probabilmente avuto a che fare Sam e Dean Winchester, che gli ha regalato, in cambio ovviamente dell’anima, la capacità di convincere il prossimo con la parola scritta ed ipnotizzarlo, facendogli credere qualsiasi cosa, ma poi un angelo ha modificato questa cessione esclusiva in una sorta di multi-proprietà, per cui Lapinsù è demoniaco a giorni alterni e negli altri è paradisiaco.
        Quando critichi Charlize e District 9 sei nei giorni demoniaci, quando parli bene di Kasabake sei angelico.
        Giusto?

      2. Che in me ci siano tratti demoniaci è indiscutibile. Se ce ne siano anche di angelici ho qualche dubbio ma mi piace sperarlo.
        Comunque, quando critico D9 o sminuisco le virtù estetiche della Charlize dico la verità.
        E quando lodo i post di Kasabake pure 🙂

  6. Su jupiter giassai…. Su district hanno detto tutto i miei esimi colleghi 🙂 allora cosa ti dico….?!?!? Ti sparo un “noooooo dai wayerworld a me e’ piaciuto” (davvero eh) ok adesso puoi lapidarmi 🙂 😀 😀 ciao lapppppp!!!!! 🙂

    1. Waterworld di base avrebbe tutto per essere un filmone, ma commette due peccati capitali:
      1. scimmiota (e male) Mad Max cercando di hollywoodizzare l’inhollywoodizzabile.
      2. il bietolone Kostner non c’azzecca niente in quel ruolo. C’avessero messo il Bruce Willis di quei tempi o anche un Harrison Ford e il film sarebbe decollato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...