Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 07.03.2001.

I contenuti di questo blog sono tutelati da una licenza creative commons. Le immagini pubblicate sono in parte di produzione personale ed in parte tratte da internet e mancanti dei requisiti previsi dall’Art. 90 l. 633/41:

  1. il nome del fotografo, o, nel caso previsto nel primo capoverso dell’art. 88, della ditta da cui il fotografo dipende o del committente;
  2. la data dell’anno di produzione della fotografia; ove riteniate che un’opera pubblicata sia di vostra proprietà, vi preghiamo di darcene avviso per la sua pronta rimozione.

Tutti i marchi ed i testi riprodotti in queste pagine, dove non indicato espressamente, sono copyright dei rispettivi legittimi proprietari, e hanno il solo scopo di recensione/divulgazione. Sono a disposizione degli aventi diritto con i quali non è stato possibile comunicare, nonchè per eventuali involontarie omissioni o inesattezze nella citazione delle fonti e delle illustrazioni.

RESPONSABILITÀ – Gli autori del blog dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori, i quali saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni secondo le leggi vigenti in italia. eventuali commenti dei lettori lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

37 pensieri su “Disclaimer

    1. Purtroppo pecco di profonda ignoranza sul cinema pre anni 80, nonchè sono totalmente digiuno di nozioni circa la storia del cinema e le tecniche cinematografiche.
      Di qui, in tutta onesta, deriva la mia impossibilità di giudicare una classifica come questa anche perchè ho visto una decina di quei film, non di più.
      Comunque è una lista interessante dalla quale si possono trarre notevoli spunti. Ad esempio ignoravo che prima de Il pianeta delle Scimmie lo sci-fi fosse roba di serie B e che Charlton Eston sia stata la prima star a cimentarsi in questo genere.

      1. Ci pensi che senza Il pianeta delle Scimmie forse registi come Ridley Scott e Kubrick non avrebbero mai accettato di fare un film sci – fi? Niente Blade Runner, niente 2001 Odissea nello spazio… da brividi!

      2. Pensavo proprio a questo mentre leggevo la didascalia…
        E pensare che ho sempre odiato questo film perchè non sopporto le scimmie, è un animale per il quale provo totale ed assoluto ribrezzo.

      3. In effetti, i film cosmici mi suscitano lo stesso ribrezzo che a te provocano le scimmie. Anche gli altri sottogeneri della fantascienza mi piacciono il giusto: salvo solo il distopico e l’apocalittico. Proprio ultimamente ne ho visto uno, il mitico 1997 – Fuga da New York: davvero un ottimo film.

      4. Anche io ho rivisto recentemente il mitico 1997 di Carpenter (è un periodo che sto in fissa con i rewatch…).
        Un film veramente grandioso.
        Mi manca però il seguito, non ho avuto mai il coraggio di guardarlo, temendo fosse la brutta copia dell’originale.

      5. Il sequel evitalo con la massima cura: ha alcune trovate trash davvero imperdonabili. Come se non bastasse, gli splendidi comprimari del primo film sono stati sostituiti da delle macchiette insignificanti, e gli effetti speciali sembrano quelli di un videogioco per bambini dai 7 anni in su. E non dipende dal fatto che il film è del 1996: Men in Black è del 1997, ed è ancora perfettamente vedibile. Ma qui sbaglio io, perché accostando Fuga da Los Angeles a Men in Black sto ricadendo nell’errore di paragonare Bonera a Roberto Baggio. 🙂

      6. Men in black… la genialità di quel film è qualcosa di imperituro.
        E’ uno di quei 30/40 film che potrei rivedere all’infinito senza stancarmi mai (ovviamente dalla lista sono esclusi per manifesta superiorità TUTTI i film di Bud Spencer e Terence Hill, i film che ho rivisto più volte in assoluto e che, ancora adesso, se becco nelle passate televisive non posso trattenermi dal rivedere ancora).

  1. Qualcuno è arrivato al mio blog digitando la chiave di ricerca “e piu bello i passi dell amore o million dollar baby????” A parte l’assurdità della domanda, sarebbe stato più logico se questa chiave di ricerca avesse portato a te, visto che ami sia i romanticoni che Clint Eastwood. 🙂

    1. ahahahha che chiave di ricerca assurda !!!!
      Una volta scorrendo la lista dei termini di ricerca con cui persone erano arrivate al mio blog m’era venuto in mente di farci un post perchè c’era roba veramente da spaccarsi dalla risate…
      Mo’ quasi quasi me le ripasso, visto mai che mi venga l’ispirazione 😀

      PS: Ti confesso che i passi dell’amore manco mi è piaciuto 😀

    1. ciao wayne, scusa se ti rispondo solo ora ma sono colpito da un pessimissimo virus influenzale che mi ha “sdirinato” come si dice dalle mie parti…
      Il link che mi hai messo comunque è divertentissimo!!!! Ed effettivamente lo stile ricorda un po’ il mio (anche se lui fa più ridere).

    1. Bel post, anche se un po’ strano: un elenco puntato per una storia così romantica è drammaticamente inappropriato… Un po’ di poesia, che diamine!!!!!!

  2. Ho appena finito di vedere la prima stagione di Daredevil. Il gestore del mio negozio di fumetti mi aveva avvertito: abbi pazienza, perché la prima puntata è noiosa, ma poi la serie decolla. Non sono d’accordo: Daredevil parte a razzo, e si mantiene su altissimi livelli di qualità per tutta la prima stagione.
    L’unica nota stonatissima è l’uccisione di Ben Urich: in molte delle storie fumettistiche più belle di Daredevil questo personaggio ricopre un ruolo fondamentale, e quindi, quando la serie tv arriverà a raccontarle, inevitabilmente queste storie verranno snaturate.
    Se vogliamo un altro difetto della serie è la banalizzazione del personaggio di Melvin Potter (il sarto che cuce il costume a Daredevil): nel fumetto è un tipo molto più cazzuto. Ma su questo posso chiudere un occhio. Sull’uccisione di Ben Urich proprio no.

      1. Il giornalista che collabora con Karen per scrivere un articolo su Fisk. Fanno l’errore di andare a trovare sua madre, lui si incazza e strangola Ben. E’ questo che mi fa rabbia: non era neanche una morte necessaria ai fini della trama, bastava lasciare che Kingpin non lo scoprisse e Ben sarebbe ancora vivo e vegeto, come nei fumetti.

  3. Volevo dirti che il film di cui ho parlato nel mio ultimo post e che eri interessato a vedere passerà stasera su SKY: lo danno alle 22,45 su SKY Cinema Family e alle 23,45 su SKY Cinema Family +1. Buon fine settimana! 🙂

    1. Ciao wwayne, ieri sera ero a Roma per il concerto del Boss… quindi non ho potuto vedere il film. Non avendo SKY Cinema non ho nemmeno potuto programmare il MySky.
      E dire che lo stavo proprio cercando… non l’ho trovato in download (effettivamente è molto vecchio e difficile da trovare), sta a vedere che mi toccherà comprarlo su amazon 😦

      1. O su ebay! Comunque a me quando ho googlato “get over it ita torrent” qualcosa era uscito, anche se poi non ho scaricato perché tanto ce l’ho già su On Demand.
        Comunque, se proprio dovevi perdertelo, mi fa piacere che almeno sia stato per un concerto del Boss! 🙂

      2. ho cercato i torrent, ma non avevano seeds quindi il download non finiva mai… mi sa che resta e-bay o amazon, oppure un nuovo passaggio televisivo…

        PS: ieri concerto memorabile. Unica nota stonata scaletta molto simile a quella dell’altro cui sono stato.
        Dirai: ma che pretendi, è normale…
        In realtà il Boss varia sempre tantissimo le scalette dei concerti e ieri mi ha un po’ stupito (in negativo) che non abbia cambiato molto rispetto al 3 luglio. Tuttavia è un dettaglio di poco conto perchè l’acustica era meravigliosa, lui stava carico a mille e il Circo Massimo uno scenario unico al mondo che ha conferito all’evento una magia irripetibile.
        Ho già preparato un racconto della serata. Sto resistendo alla smania di pubblicarlo subito perchè voglio ancora perfezionarlo, ma domani sarà on line!!!

      3. Secondo me i fan intelligenti ti apprezzeranno: chi vuole veramente bene (ad un amico, ad un idolo, a qualsiasi persona) ha anche il coraggio di dirgli quando sbaglia. Chi ti incensa a prescindere non è un amico… è un Pellegatti. 🙂

      4. oh, ma non ho criticato: il concerto di ieri è stato meraviglioso, addirittura più bello di 2 settimane fa.
        Però per raccontarlo ho usato una prospettiva strana… speriamo sia compresa.

        Su Pellegatti stendiamo invece un velo pieto.
        L’universo Milan è strapieno di giornalisti vergognosi, che incensano galliani e la società solo per mantenere il posto difendendo l’indifendibile. Pellegatti ovviamente è il principe di questo manipolo di lecchini e insulto a chiunque faccia il giornalista. Tuttavia, proprio su Pellegatti, il sospetto che dica le cazzate che dice non già perchè vuole mantenere il posto, bensì perchè ne sia veramente convinto, ebbene quel sospetto mi resta sempre nella mente. E ovviamente questa seconda ipotesi non migliora la sua posizione, addirittura la aggrava…
        Da amico, ti auguro con tutto il cuore che la stampa orbitante intorno alla Fiorentina non raggiunga mai i livelli vergognosi come quelli attuali nel mondo milan.

        PS: da ex viola, come lo vedi Montella al Milan? A me non dispiace, soprattutto perchè le alternative erano Brocchi e Gianpaolo. Tuttavia temo che se la squadra non sarà rafforzata secondo le sue esigenze, anche Vincenzino farà un buco nell’acqua come i suoi predecessori..

      5. Vincenzino ha già dimostrato alla Sampdoria che i miracoli non li sa fare: lui te lo crea il calcio champagne alla Guardiola, ma gli devi dare dei giocatori tecnici. Non fenomeni, ma tecnici sì. Se invece gli dai degli onesti pedatori come quelli che aveva alla Sampdoria, chiaramente topperà per la seconda volta di fila.
        La mia unica perplessità è legata al fatto che Montella non è uno yes man: pensa che un’Estate Pradé fece la campagna acquisti senza consultarlo, e lui per ripicca inchiodò alla panchina tutti i giocatori comprati senza il suo consenso. Anche giocatori super per la piazza viola come Badelj. Se dovesse innescarsi un meccanismo simile anche con Galliani, chiaramente Vincenzino ne rimarrebbe stritolato: il Condor è riuscito a far fuori dalla società gente molto più potente dell’Aeroplanino.

      6. Totalmente d’accordo.
        Io temo che la società abbia voluto prendere Montella (che un minimo di nome ormai se l’è fatto) solo per tenere buona la piazza, che l’abbia convinto promettendo soldi per acquiesti che invece non ci saranno.
        Tra un anno sarà fatto fuori come Seedorf e Mihalovic prima di lui, con buona pace di Berlusconi
        (PS: io sono tra quelli che credono che la trattativa coi cinesi sia una bufala e che non verrà fatta alcuna cessione)

      7. L’anno scorso Berlusconi anticipò i soldi di Mr. Bee, poi quest’ultimo si rivelò poco serio e quindi Silvio ci fece una figura di merda. Per un orgoglioso come lui dev’essere stato uno smacco durissimo da mandar giù.
        Per questo motivo, se anche la trattativa con i cinesi fosse vera, Berlusconi non tirerà fuori un euro per il mercato finché non sarà conclusa. Peccato che le altre squadre hanno già preso i giocatori di alta e media fascia, e soprattutto questi nuovi acquisti hanno già cominciato ad allenarsi con la nuova casacca: il Milan invece, se si riduce all’ultimo, si ritroverà ancora una volta a raschiare il fondo del barile, e a dover aspettare Natale prima che i nuovi siano integrati con il gruppo. Per i media la colpa sarà di Galliani? No, di Montella. E Vincenzino si prenderà le colpe altrui? Nemmeno per sogno, non l’ha mai fatto. Insomma, tra Galliani e Montella è solo questione di tempo perché scoppi la miccia. Vi auguro che per allora Vincenzino sia riuscito quantomeno a riportare i rossoneri dove meritano. Vi faccio un grandissimo in bocca al lupo.

    1. Tra l’altro leggendo l’altro post a tema FILMACCIONE nel blog che mi hai segnalato, ho scoperto che l’autore è un mio conterraneo, praticamente un vicino di casa.
      Lui abita a Sant’Elpidio a Mare, che dista 20 minuti di macchina da casa mia.
      Che incredibile coincidenza.
      Tra l’altro è il quarto marchigiano che conosco su WP, dopo Kasabake (che ora vive a Bologna ma è nato e cresciuto a Filottrano, un paesino in provincia di Ancona) e Liza (che invece è di Jesi).

      1. Magari il prossimo film di Sly andrete a vederlo insieme! 🙂 Comunque, la sua rubrica FILMACCIONE è un assoluto colpo di genio, e infatti per essere sicuro di non perdermi le prossime puntate mi sono subito iscritto al suo blog. Ne vedremo delle belle! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...