Il mercato del Condor Galliani

Si è chiuso il calcio mercato di gennaio nel quale il Condor Galliani (soprannome che lui stesso si è dato, va ricordato) ha messo a disposizione dell’allenatore ben 6 nuovi giocatori: CERCI: panchinaro dell’Atletico Madrid DESTRO: panchinaro della Roma SUSO: panchinaro del Liverpool ANTONELLI: terzino del Genoa, prodotto del vivaio rossonero BOCCHETTI: panchinaro dello Spartak Mosca PALETTA: difensore titolare della squadra ultima in classifica Non … Continua a leggere Il mercato del Condor Galliani

Il Milan non c’è più

Il Milan non c’è più. La squadra ardimentosa che insegnava calcio in tutto il mondo sfoggiando i suoi campioni ormai è svanita nel nulla. La società punto di riferimento e modello assoluto per chiunque volesse fare calcio ad alti livelli ormai è solo un pallido ricordo. Di quell’antica grandezza resta qualche sbiadita traccia nei vecchi filmati di youtube, nei ricordi dei tifosi over 30, nella galleria fotografica … Continua a leggere Il Milan non c’è più

Di Palle inattive e di Palle che girano

Puntuale come i lacrima-show di Maria de Filippi, con i primi freddi arriva anche il calcolo dei gol presi dal Milan su palle inattive: 6 in 14 partite. Tanti. Troppi. Non che sia una novità, per altro. Correva l’anno domini 2004 e il Milan ancelottiano fresco campione d’Italia subiva gol praticamente ad ogni calcio d’angolo, nonostante potesse schierare alcuni tra i migliori difensori del mondo (Maldini, Nesta e … Continua a leggere Di Palle inattive e di Palle che girano

No, non lo posso accettare

Ormai scrivo di Milan solo quando perdiamo, non è molto elegante tuttavia sono ampiamente giustificato visto che il vicepresidente vicario e amministratore delegato alla parte sportiva nonchè autonominato imperatore del mercato si presenta in sala stampa solo dopo le vittorie (quindi molto raramente, per nostra fortuna). Essendo una squadra scarsa ieri abbiamo perso sul campo di una squadra in gran forma e per noi storicamente … Continua a leggere No, non lo posso accettare

Che squadra di merda

Giocatori di merda. Allenatore di merda. Società di merda. Il Milan attuale è questo, una merda, e la figuraccia di ieri sera ne è l’ennesima dimostrazione. Del fatto che abbiamo giocatori più dannosi della peste bubbonica mi sono stancato di parlare. La blasfema prestazione offerta ieri da Zapata è qualcosa di talmente ridicolo che sembra una parodia di Mel Brooks. Eppure questo giocatore è pagato … Continua a leggere Che squadra di merda

Cronaca di un entusiasmante pareggio

Perdere con la Juve ci sta. Ma farsi prendere a pallonate dall’Empoli no, è inaccettabile. Non illudano la rimonta, l’eurogol di Torres, la traversa di Menez o il gol di Honda, perchè se al 60° il risultato fosse stato di 4-0 per i toscani non avremmo avuto di che lamentarci. Molli, slegati, senza grinta e svogliati. E per fortuna che Mister Inzaghi aveva tenuto a … Continua a leggere Cronaca di un entusiasmante pareggio

L’entusiasmo è perdere 1-0

Entusiasmo è diventato il mantra con cui la società ha deciso di esorcizzare le ultime negative stagioni: non nuovi e bravi giocatori (quelli costano…) bensì la catechesi dell’entusiasmo indottrinata a tesserati e stampa amica (serva?). Così per tutta l’estate ci hanno frantumato i coglioni con l’ENTUSIASMO: l’entusiasmo di Pippo, il ritrovato entusiasmo del Presidente, l’entusiastica risposta dei giocatori, l’entusiasmo portato dai nuovi arrivati, l’entusiasmo di CasaMilan, la … Continua a leggere L’entusiasmo è perdere 1-0

Obiettivi e mercato

Io non sono un revisore contabile quindi, in tutta sincerità, non me ne frega niente del bilancio del Milan. Pertanto, dopo una stagione amara conclusa con un misero ottavo posto mi aspettavo che la squadra fosse pesantemente ristrutturata sulla base di un definito progetto tecnico. Non pretendevo mica che Galliani spendesse 260 milioni come il Manchester United, ma che almeno fossero reinvestiti tutti i soldi ricavati … Continua a leggere Obiettivi e mercato

Provocazione: ma Bonaventura serviva veramente?

Giacomo Bonaventura è stato l’acquisto più oneroso del Milan durante questa sessione di mercato: 7 milioni. Non solo: in tutto l’anno solare è l’unico giocatore di cui il Milan ha acquisito subito tutto il cartellino, senza passare prima per prestiti, comproprietà e diritti di riscatto. Queste premesse indurrebbero a credere che fosse un pupillo dell’allenatore e che la società fosse stata sulle sue tracce per mesi e … Continua a leggere Provocazione: ma Bonaventura serviva veramente?

Meglio tardi che mai… o forse no

Emerson, Zambrotta, Vieri, Ronaldo, … La storia recente del Milan è costellata dall’acquisto di tanti giocatori sul viale del tramonto, grandi campioni senza più futuro che avrebbero fatto comodo, certo, ma molti anni prima. La lista, già lunga di suo, si è allungata in queste ore con l’arrivo di un altro ex campione, Fernando Torres. E la frustrazione per quest’ennesima e discutibile mossa dell’Imperatore Del Mercato, … Continua a leggere Meglio tardi che mai… o forse no