The Irishman

Ah, stai già andando via. No, no, va bene… lo capisco. Avrai senz’altro di meglio da fare che stare ad ascoltare un vecchio rompipalle. Ti chiedo solo un piccolo favore: quando esci non chiudere la porta, lasciala aperta. Sai, mi piace ascoltare i rumori che provengono dal corridoio: le voci che si rincorrono, i campanelli che suonano, il tonfo dei passi. Quand’ero ragazzo avevo un … Continua a leggere The Irishman

Halloween

E’ buio. Sono all’erta, teso come una molla. Impugno meglio il coltello che ho arraffato dal cassetto delle posate e cerco di vedere meglio. Ma è buio. Troppo buio. La vista non serve a niente: devo affidarmi all’udito. Passi, lontani ma in avvicinamento. Non sembrano affrettati, solo determinati. Ma come può essere “determinato” un passo? Lungo, svelto, magari incerto. Ma determinato? Non so come, ma … Continua a leggere Halloween

Joker

-Maschio. Bianco. Quarant’anni. Bradicardico. Pressione 80 su 50. Scala di Glasgow 5. Lo abbiamo trovato privo di sensi sul ciglio della strada. -Grazie infermiera. Ora portiamolo in sala 4. Al mio tre lo trasferiamo sul lettino. Uno. Due. Tre. Bene. Ora prendete un accesso venoso e somministrategli una flebo di soluzione fisiologica. Che cos’hai ragazzo? Perchè sei svenuto? Il dottore apre le palpebre con due … Continua a leggere Joker

Once Upon A Time In Hollywood #3

Uccidete me. Vi prego, uccidete me. Ma non toccate il mio bambino. Uccidete solo me, non lui. Non ha fatto niente di male. Vi prego! Perchè non mi rispondete? Perchè mi guardate così? Perchè? Perchè? Perchè? [piange] Vi posso pagare, ok? Vi posso pagare. Vi do tutti i soldi che volete, tutti i soldi che ho. Verrò con voi, vi seguirò senza protestare, starò zitta, … Continua a leggere Once Upon A Time In Hollywood #3

Once Upon A Time In Hollywood #2

Vedo il suo volto ovunque. Mi perseguita. Eppure l’ho scorto solo per pochi secondi quando si è affacciata dal portone di casa. Dio se è bella! Sto qui immobile davanti allo specchio da dieci minuti ma invece di guardare la mia faccia non faccio altro che pensare a lei, ai suoi occhi chiari, ai suoi capelli biondi che le accarezzano la schiena quando cammina e … Continua a leggere Once Upon A Time In Hollywood #2

Once Upon A Time In Hollywood #1

C’era una volta Sharon. E’ bella e ha le gambe così lunghe che potresti correrci sopra un gran premio di formula uno. Guida una Porsche fiammante, vive nel quartiere bene della città e illumina tutta la valle col suo sorriso, una luce calda ma rinfrescante, capace di cancellare tutte le ombre e donare alle forme i tratti più aggraziati, come se la realtà fosse una … Continua a leggere Once Upon A Time In Hollywood #1

Sei grande

Il tempo scivola veloce. Vorrei fermarlo, cristallizzarlo e ricordarlo come un fenomeno circolare che permette di rivivere senza mai fine le stesse emozioni, gli stessi sguardi, gli stessi sorrisi. Ma nulla si ripete, tutto scorre. Veloce. Non so quantificare il tempo trascorso dalla prima volta che poggiasti la tua testolina sul mio petto e, incuriosita, scrutavi quel gigante che ti teneva in braccio e si … Continua a leggere Sei grande

Blinded By The Light

Lei non mi caga di striscio. Cerco sempre il suo sguardo durante la ricreazione ma non lo incrocio mai: lei ride con le amiche mentre io me ne sto in un angolino a sorseggiare un succo di frutta aspettando che accada qualcosa, un qualche evento catastrofico o soprannaturale grazie al quale lei si accorga che io esisto. Ma non succede mai niente: meteoriti e terremoti … Continua a leggere Blinded By The Light

Il Confine – Don Winslow

Qui c’è sempre puzza di merda, di fica e di polvere da sparo. Qui le donne sono tutte puttane mentre gli uomini giocano a fare i poliziotti o i criminali. Spesso entrambi allo stesso tempo. Qui puoi scopare, piangere o morire nella stessa notte perchè in fondo non c’è molta differenza. C’era un tizio, una volta, che mentre si sbatteva una escort pagata con lo … Continua a leggere Il Confine – Don Winslow